mercoledì 16 novembre 2016

COMUNICATO STAMPA - VIA PADOVA, LEPORE (LN): COMANDO DI POLIZIA LOCALE MUNICIPIO 2 SIA COLLOCATO IN VIA PADOVA

Come è noto la zona di via Padova, al centro della cronaca nazionale, ha necessità di maggior attenzione da parte delle istituzioni, ha bisogno di un riscatto sociale che necessariamente deve passare da una azione comune tra le istituzioni e i cittadini. Bene l'invio dei militari ma non basta.
Non servono soluzioni estemporanee senza un progetto strutturato - interviene Luca Lepore, assessore alla Sicurezza del Municipio 2 - e ho appena inoltrato una proposta al Signor Sindaco e all'Assessore alla Sicurezza Rozza. Il Municipio 2 ha il comando di polizia locale “ospite” nell'adiacente terzo municipio. Non possiamo pensare che un territorio di oltre 150.000 abitanti, una media città con il quartiere di via Padova e la Stazione Centrale, non abbia un comando all'interno del proprio territorio. A fine 2017 sarà terminata la ristrutturazione del ex-convitto del Trotter e una parte di questi spazi deve essere destianata a nuovo comando di Polizia Locale del Municipio.
Ritengo che lo spazio sia idoneo per il comando di polizia locale: struttura nuova e funzionale, superficie adeguata e posizione baricentrica nel Municipio. Posizione strategica, nel cuore di via Padova, nei plessi dell'istituto comprensivo e con la possibilità di una uscita carrabile proprio dai giardinetti di via Mosso, oggi diventati simbolo del degrado nel quartiere. Se l'amministrazione comunale ha intenzione di intervenire si confronti con la nostra proposta ed agisca.
Così interviene l'Assessore alla Sicurezza del Municipio 2 Luca Lepore in merito alle problematiche della sicurezza in Via Padova.


Luca LeporeAssessore Sicurezza urbana, Territorio, Edilizia, Demanio, Lavori pubblici, Cura del territorio, Servizi Sportivi, Tempo Libero, Grandi Eventi municipali, Identità, Bilancio, Rapporti con il consiglio Comunale, Affari istituzionali
Comune di Milano - Municipio 2
Viale Zara, 100
Tel. 02 884.58217 - 58236 - 54430
Cell. 335.12.82850

COMUNICATO STAMPA: SAMUELE PISCINA (PRESIDENTE MUNICIPIO 2), “RESPINTA LA SFIDUCIA, MAGGIORANZA COMPATTA. ORA LAVORARE UNITI PER I CITTADINI”

Milano, 16 Novembre 2016
In seguito alla mozione di sfiducia presentata nei confronti della maggioranza del Municipio 2 e respinta ieri sera in aula consiliare, interviene Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano. “Dopo la votazione della mozione di sfiducia, mi sembra evidente che la maggioranza del Municipio 2 sia più compatta che mai. Il segnale che i consiglieri di maggioranza hanno voluto dare è il seguente: gli unici problemi che esistono sono quelli che i cittadini affrontano ogni giorno e dobbiamo lavorare uniti per risolverli. La mano è tesa anche all’opposizione moderata che ha voglia di lavorare e di fare proposte serie, cosa che sinceramente non ho riscontrato in questo inizio di consiliatura”. “La Giunta del Municipio 2 si riunisce ogni settimana deliberando numerosi documenti negli interessi della popolazione sin da ben prima delle vacanze estive e senza che il Sindaco abbia mai sollecitato la nomina degli assessori come qualcuno millanta. La nostra è stata la seconda Giunta in tutta Milano a deliberare il Documento Unico di Programma e il Documento Programmatico Strategico, due delibere di primaria importanza per il governo del Municipio che proprio ieri sera sono state approvate anche in aula consiliare. Inoltre, ormai da tempo, anche il Consiglio e le commissioni si riuniscono puntualmente in completa sinergia con la Giunta, affrontando i temi chiave del Municipio”.

“Il Tentativo della sinistra e dei 5 Stelle è stato un chiaro buco nell’acqua. – conclude Piscina - La nostra priorità è quella di lavorare sui problemi dei cittadini quali quelli presenti in via Padova, Quartiere Adriano e Stazione Centrale, cosa che ho fatto con impegno e costanza sin dal giorno dell’elezione, cercando di porre rimedio ai danni causati dai 5 anni di malgoverno della sinistra. Certo, non è semplice il dialogo con una giunta comunale di uno schieramento opposto che conserva accentrati tutti i poteri, ma il Municipio 2 non lascerà gli onesti cittadini abbandonati a loro stessi”.

martedì 15 novembre 2016

COMUNICATO STAMPA - RUGGERI, CAPOGRUPPO LEGA NORD MUNICIPIO 2: EX RSA VIA ADRIANO, UN ECO-MOSTRO ABBANDONATO


A Milano , in via Adriano svetta lo scheletro di una struttura davvero imponente che sarebbe dovuta diventare una RSA, ma la ditta costruttrice, di Giuseppe Pasini, è in liquidazione e l'area è sotto la responsabilità di un curatore fallimentare. A fronte delle esplosioni all'interno della struttura del 4 settembre 2016 , notizia riportata da tutti i quotidiani, scopriamo che i responsabili sono un gruppo di italiani stanchi di subire il degrado in cui versa la struttura.

"Scoprire che la Digos usi le telecamere per incriminare un gruppo di italiani stanchi e non rassegnati, al posto che fermare gli occupanti, fa rabbrividire" dichiara il capogruppo Ruggeri "ultimamente, molti cittadini minacciano di farsi giustizia da soli a causa dell'indifferenza delle forze dell'ordine (cosa che reputiamo comunque sbagliata) e nonostante queste rimostranze l'amministrazione centrale non interviene e, cosa ancora più strana, al posto che risolvere il problema alla fonte, accusa ed incrimina onesti cittadini stanchi di essere trattati come ospiti a casa loro".

La struttura non è sorvegliata e chiunque voglia può accedervi. La precaria recinzione è stata lacerata in più parti dagli occupanti per agevolare il via vai e, parole dell'assessore alla sicurezza Rozza "il curatore fallimentare non intende costruire nuovamente le barriere perché, a distanza di poco tempo, sarebbero nuovamente rotte" . 
“ Capite bene che i cittadini sono in ostaggio di un amministrazione che, più che risolvere i problemi, si preoccupa di sedare le proteste derivanti dallo stato fatiscente dello stabile . “ e conclude Ruggeri “ Questa strana situazione vede contrapposti cittadini stanchi, e colpevoli per l’amministrazione Comunale, e degli occupanti abusivi, coccolati, che tutt'ora vivono indisturbati all'interno della struttura. “
La stessa sorte è toccata alle villette Pasini, strutture adiacenti all'eco-mostro che versano nella medesima situazione con decine di persone che vi soggiornano indisturbate. Questi avvenimenti rappresentano un enorme neo in un quartiere di nuova costruzione e tranquillo.



Alessio Ruggeri
Capogruppo Lega Nord Lega Lombarda Salvini 
Municipio 2




sabato 12 novembre 2016

COMUNICATO STAMPA - PISCINA E LEPORE: RESTITUIRE LA SICUREZZA AI CITTADINI


Milano, 11 Novembre 2016

In seguito al Consiglio straordinario avvenuto ieri con l’Assessore Rozza presso il Municipio 2, intervengono Samuele Piscina (Presidente del Municipio 2 di Milano) e Luca Lepore (Assessore alla Sicurezza).
“Il grande numero di cittadini presenti ieri sera testimonia come il Municipio 2 negli ultimi 5 anni sia stato totalmente dimenticato sotto il profilo della sicurezza. I problemi sono conosciuti ormai da anni, ma l’amministrazione comunale nel recente passato non è mai intervenuta per tutelare i cittadini che, specialmente in quartieri quali ad esempio via Padova e Stazione Centrale, hanno paura di uscire di casa”.
“Per tale motivo ci sembra fondamentale riportare sia l’Esercito, sia le Forze dell’Ordine, ma soprattutto gli agenti della Polizia Locale nelle strade delle periferie, dove sussistono i veri problemi. Importantissimo è in primis trasferire il Comando zonale della Polizia locale all’interno del territorio del Municipio 2. Infatti il nostro Municipio è l’unico in tutta la città di Milano che ha il Comando zonale sito al di fuori dei propri confini e lontano dai problemi dei cittadini, all’interno del Municipio 3 (via Settala 30). La richiesta che abbiamo avanzato all’Assessore Rozza è di trasferirlo dove ci sono i veri problemi dei cittadini, cercando possibilmente una sede lungo l’asse di via Padova”.

“Altra problematica non irrilevante sono i numerosi luoghi di culto irregolari presenti nel nostro Municipio. Regione Lombardia aveva chiesto ai comuni lombardi di segnalare i luoghi di culto abusivi presenti nel proprio territorio. Purtroppo il Comune di Milano ha deciso di non presentare questo censimento. Il Municipio 2 prende atto di questa scelta dell’Amministrazione comunale, ma non può rimanere a guardare mentre le regole non vengono rispettate. Per tale motivo abbiamo iniziato un censimento dei luoghi di culto del Municipio 2 che avremo cura di trasmettere appena completato a Regione Lombardia”.

“Il Municipio 2 - concludono i 2 esponenti – parteciperà attentamente e continuerà a portare all’attenzione dell’amministrazione comunale le problematiche di sicurezza presenti nei nostri quartieri, insistendo affinchè le questioni vengano risolte. Nello stesso momento, però, pretendiamo che l’Amministrazione Comunale riconosca ai municipi quelli che sono i compiti stabiliti dal regolamento. Infatti il Regolamento dei Municipi all’Art. 17 comma 2 affida alle circoscrizioni il compito di concertare le direttive e gli indirizzi per le attività specifiche svolte anche dai Vigili di Quartiere. Tale prerogativa purtroppo ad oggi non ci è stata concessa in quanto la Polizia Locale ha ricevuto un ordine diretto di non interloquire con i municipi, privando alle amministrazioni circoscrizionali la possibilità di intervenire direttamente”.

martedì 8 novembre 2016

COMUNICATO STAMPA - MATERNA VILLANI BELLI ALBERTO E BONI DAVIDE: “IL COMUNE DEVE GARANTIRE LA SICUREZZA AI BAMBINI CHE LA FREQUENTANO”

La scuola materna Comunale Villani è sita in piazzale Maciachini, zona considerata a rischio per delinquenza, spaccio e bivacco di extracomunitari. La Responsabile dell’Unità Educativa 76 e i genitori della materna Villani hanno più volte richiesto l’intervento prima del Comune e poi dell’allora zona 9 che, con una delibera del 30/01/2015, approvata all'unanimità, ha analizzato le problematiche inerenti all'edificio scolastico, dai giardini fino alla sicurezza dei bambini fruitori della materna: “ Come rappresentante dell’allora Consiglio di Zona 9 avevo portato a conoscenza della Presidente e di tutto il CDZ 9 queste criticità”, spiega Belli Alberto rappresentante del nell'Unione Educativa 76 di zona e capogruppo Lega Nord del Municipio 9, “ il risultato è stato una delibera che analizzava tutte le problematiche riscontrate, nella quale si chiedevano delle soluzioni immediate ed urgenti. Nel giardino della scuola sono stati perfino trovati un machete ed altri oggetti non adatti a dei bambini”.
“La modifica della recinzione nei punti che permettevano lo scavalco sarebbe stata indispensabile, - continua Belli – così come la posa della rete anti siringhe. Dopo la delibera del Febbraio 2015 dal Comune era stato promesso un intervento nel periodo estivo per agevolare i lavori ma dopo più un anno siamo ancora allo stesso punto di partenza”. “Alla luce di quanto sta accadendo, – sottolinea il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni - ci chiediamo se questa amministrazione proseguirà inseguendo altre priorità, mettendo in pericolo la sicurezza e l’incolumità dei nostri bambini. Il Sindaco Sala e l’assessore Rozza devono pensare prima di tutto a rendere sicura la città e gli spazi dedicati alle fasce più deboli della nostra società”. “Chiediamo anche – conclude Boni - il ripristino immediato del pattugliamento da parte dell’esercito in Piazzale Maciachini e in via Imbonati, eliminato dall’Amministrazione Pisapia. La situazione è infatti degenerata a tal punto che perfino le vie limitrofe alla Piazza, fino a via Livigno ad est e via Murat ad ovest, sono divenute invivibili. “