giovedì 25 febbraio 2016

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Dalai Lama, dopo 4 anni di pavidità, finalmente la cittadinanza onoraria"


Milano, 18 febbraio 2016

Finalmente approvata la deliberazione di consiglio comunale che conferisce la cittadinanza onoraria a SS. Dalai Lama.
Nella Milano delle sinistre che si professano paladine e promotrici dei diritti e delle libertà di tutti e per tutti, ha fatto alquanto specie la loro refrattarietà, in questa legislatura, a concedere la suddetta onorificenza ad un leader spirituale in esilio che promuove la pace, la tolleranza, la comprensione e la pacifica convivenza di tutti i popoli della terra e che condanna qualsiasi forma di violenza e di prevaricazione.
Dopo ben 4 anni di codardia, prone alla Cina e timorose delle eventuali reazioni, le sinistre milanesi hanno sollevato il capo dalla sabbia e hanno trovato la forza e il coraggio di votare a favore della concessione della cittadinanza onoraria al Dalai Lama.
Tutto ciò grazia alla tenacia e alla determinazione della Lega Nord, fautrice della deliberazione, che in questo ultimo lustro non ha mai demorso sulla possibilità di omaggiare una guida spirituale che da sempre lotta per l’indipendenza e l’autonomia del popolo tibetano.
Il 21 e il 22 ottobre il Dalai Lama sarà a Milano ove darà insegnamenti, conferirà un’iniziazione e terrà una conferenza pubblica.
Perché non cogliere il destro e conferirgli la cittadinanza onoraria proprio in quei giorni?
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere metropolitano del Carroccio a Palazzo Marino.