giovedì 25 febbraio 2016

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Dalai Lama, dopo 4 anni di pavidità, finalmente la cittadinanza onoraria"


Milano, 18 febbraio 2016

Finalmente approvata la deliberazione di consiglio comunale che conferisce la cittadinanza onoraria a SS. Dalai Lama.
Nella Milano delle sinistre che si professano paladine e promotrici dei diritti e delle libertà di tutti e per tutti, ha fatto alquanto specie la loro refrattarietà, in questa legislatura, a concedere la suddetta onorificenza ad un leader spirituale in esilio che promuove la pace, la tolleranza, la comprensione e la pacifica convivenza di tutti i popoli della terra e che condanna qualsiasi forma di violenza e di prevaricazione.
Dopo ben 4 anni di codardia, prone alla Cina e timorose delle eventuali reazioni, le sinistre milanesi hanno sollevato il capo dalla sabbia e hanno trovato la forza e il coraggio di votare a favore della concessione della cittadinanza onoraria al Dalai Lama.
Tutto ciò grazia alla tenacia e alla determinazione della Lega Nord, fautrice della deliberazione, che in questo ultimo lustro non ha mai demorso sulla possibilità di omaggiare una guida spirituale che da sempre lotta per l’indipendenza e l’autonomia del popolo tibetano.
Il 21 e il 22 ottobre il Dalai Lama sarà a Milano ove darà insegnamenti, conferirà un’iniziazione e terrà una conferenza pubblica.
Perché non cogliere il destro e conferirgli la cittadinanza onoraria proprio in quei giorni?
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere metropolitano del Carroccio a Palazzo Marino.

sabato 6 febbraio 2016

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina (Lega Nord), "Sinistra senza vergogna, utilizza le sedi istituzionali per le primarie"

Milano, 6 Febbraio 2016

«Dopo i manifesti abusivi pro-Sala sparsi sui pali della città, ora la sinistra utilizza le sedi istituzionali comunali come seggi per le votazioni delle primarie. Sono senza vergogna!» Così Samuele Piscina, Capogruppo della Lega Nord in Zona 2.
  
«Oggi e domani si svolgeranno le Primarie per il candidato Sindaco della sinistra e tra i vari seggi, oltre alle numerose associazioni generosamente finanziate per 5 anni con i soldi dei cittadini milanesi, spiccano le sedi istituzionali del Consiglio di Zona 2 e del CAM Cattabrega in via Trasimeno».
«Due seggi che presentano ben 14 sezioni elettorali, spazi concessi dalla Zona dietro irrisorio corrispettivo, al fine di propagandare le primarie degli stessi partiti che compongono la maggioranza del parlamentino. Tutto ciò, ovviamente, tenendo all’oscuro i consiglieri di opposizione della concessione delle aule».

«L'arroganza della maggioranza del Consiglio di Zona 2 supera ancora una volta ogni limite. Mai però avremmo pensato che sarebbero arrivati a tanto!»

«La questione riguarda prima di ogni altra cosa l'opportunità politica e il concetto di vergogna inesistente nella sinistra, ormai solita a sfruttare le sedi del parlamentino come se fossero di loro proprietà e non la casa di tutti i cittadini milanesi, indipendentemente dal colore politico».

«D’altronde una singola caduta di stile nella vita è concepibile per tutti, ma la sinistra ha dimostrato ancora una volta di trovarsi perennemente a terra».

venerdì 5 febbraio 2016

COMUNICATO STAMPA: 16enne accoltellato in Stazione Centrale, Lepore e Piscina (Lega Nord), "Granelli attende il morto per agire. Subito pattugliamenti fissi!"


Milano, 5 Febbraio 2016 

«La notizia di oggi in merito all’accoltellamento di un ragazzo di 16 anni nei bagni della stazione centrale ci sconvolge, ma non ci stupisce. È dal lontano 2011 che la Lega Nord segnala all’Assessore Granelli il problema della sicurezza in Stazione Centrale, ma questa amministrazione se ne infischia. Come al solito aspetteranno il morto per procedere a istituire dei pattugliamenti fissi» Così Luca Lepore, Consigliere Comunale del Carroccio e Samuele Piscina, Capogruppo della Lega Nord in Zona 2. 
 
«Era l’anno 2011 quando presentammo i primi documenti riguardanti la sicurezza in Stazione Centrale. Tutti i milanesi sanno che dentro la stazione e nelle aree limitrofe vige una situazione di insicurezza e degrado a causa dei numerosi sbandati e immigrati che vi bazzicano, ma l’attuale amministrazione ha sempre tergiversato sul problema».

«Il dramma sfiorato accaduto questa mattina in uno dei bagni della stazione ne è la prova inconfutabile. Non è concepibile che un minorenne che si stia recando a scuola rischi la vita a causa di un immigrato che lo accoltella pur di rubare pochi spiccioli e un cellulare. Siamo nella Milano del 2016 o nel Far West?». 
 
«Tale situazione di illegalità e rischio è frutto della mala-politica di accoglienza incondizionata, benevolenza e di mancanza di controllo adottata da questa amministrazione comunale e dal governo Renzi-Alfano». 
 
«La Sinistra, capitanata dall’Assessore Granelli, ormai sicuro di ricoprire un ruolo in assessorato anche nell’ipotetica casualità in cui vinca le elezioni Giuseppe Sala, non aspetti il morto prima di agire e istituisca subito pattugliamenti fissi in Centrale come la Lega chiede da 5 anni!».