lunedì 9 novembre 2015

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Centrodestra, a Bologna aneliti di libertà"


Milano, 9 novembre 2015

 La pacifica manifestazione di ieri a Bologna ha dimostrato che la ragione e la democrazia vincono sempre contro l’indifferenza, la violenza e la prevaricazione.
Nel cuore di Bologna è spirato un anelito di libertà, alla faccia di quei gruppi sovversivi ed eversivi, figli di papà, servi del duo Renzi/Alfano, che hanno tentato in tutti i modi di impedire a decine di migliaia di persone normali e perbene di invocare democrazia, giustizia sociale, lavoro, sicurezza e giusta solidarietà.
Bologna e l’Italia ieri hanno sancito la nascita di un nuovo centrodestra che si batterà per sconfiggere l’attuale governo dell’immobilismo, delle banche e delle multinazionali, lontano decine di parsec dai bisogni della società.
Prima ci libereremo da questa asfittica morsa e prima l’Italia ripartirà.
L’Italia deve assolutamente ripartire, deve tornare ad essere uno Stato autorevole, economicamente forte e sano, che dà lavoro e sicurezza ai propri cittadini: non ha bisogno di macchiette, di incapaci e di pidocchi che usano la violenza e l’intimidazione di stampo comunista per imbavagliare il diritto alla libera e pacifica espressione.
E così anche a Milano (ove i alcuni figuri dei centri sociali hanno tentato di impedire a cittadini perbene di raggiungere Bologna tagliando una gomma del loro pullman) nella prossima primavera, col nuovo centrodestra nato ieri ufficialmente a Bologna, torneranno a soffiare venti puliti e di libertà che spazzeranno via l’inconcludenza e le politiche dannose e vessatorie della giunta Pisapia.
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere metropolitano del Carroccio a Palazzo Marin
o.