lunedì 9 novembre 2015

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Bilancio, batosta di altri 150€ a testa per i milanesi"


Milano, 9 novembre 2015

Con l’assestamento di Bilancio si conclude la scellerata e disinvolta azione vampiresca del PD e di Pisapia a danno dei milanesi.
Mancano 22 milioni nel “fondo compensa IMU” di Renzi: lo scorso anno furono 87 milioni, oggi solo 67 per un totale di meno 22 milioni.
Il fondo dovrebbe riequilibrare il mancato introito comunale e siccome i valori degli immobili sono sempre gli stessi, perché il PD toglie altri 22 milioni ai milanesi?
Degli 84 milioni sul capitolo Expo (già ridotto rispetto ai 155 promessi dal governo) se ne accertano solo 60: il Comune trova il pareggio con i proventi ATM (17 milioni) e con ulteriori risorse dei cittadini altri 7 milioni.
Mancano 20 milioni dalle previsioni della tassa di soggiorno (un terzo in meno rispetto alle previsioni) che nei fatti ha azzerato l’effetto positivo Expo nell’accoglienza.
Milano non ha avuto l’incremento prospettato dei soggiorni negli alberghi rispetto al 2014 (solo + 5 milioni di euro).
Il pareggio arriva solo attraverso un extra di 120 milioni di euro grazie alle contravvenzioni dei nuovi autovelox (pagati in gran parte dai milanesi).
Il pro capite per i milanesi dell’ultimo atto della gestione di questa giunta è pari a circa 150 euro.
Altro che gli 80 euro di Renzi, a Milano il PD ci costa il doppio.
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere metropolitano del Carroccio a Palazzo Marino.