mercoledì 11 febbraio 2015

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Quartiere a luci rosse, proposte Lega avranno successo"



Milano, 11 febbraio 2015

È  solo  questione  di  tempo, ma alla fine, le ricette da sempre sostenute dalla  Lega  Nord  per  combattere  il  degrado generato dal fenomeno della prostituzione  nei  centri  cittadini,  si dimostreranno vincenti e saranno accolte da tutti coloro che detengono un minimo di saggezza e di buon senso e porteranno maggiore sanità, maggiore sicurezza e maggiori introiti (circa 4 miliardi l’anno) nelle casse dello Stato.
La prostituzione è il più antico mestiere del mondo e cercare di contenerlo solo con ordinanze e multe è pura utopia; altresì, creare “bordelli a cielo aperto” come proposto dal sindaco di Roma, è pura follia e ghettizzazione.
Bisogna  liberare  le  strade, cancellare la legge Merlin, riaprire le case chiuse  (luoghi ove praticare sesso in modo sicuro, con periodici controlli sanitari  e fiscali), creare un apposito albo e tassare il meretricio, come peraltro  già  fanno  molti  paesi  europei  (Germania,  Svizzera, Austria, Olanda, Belgio, Ungheria).
Così  facendo si leverebbero agli occhi dei cittadini scene di degrado e di volgarità, si tutelerebbe la salute pubblica, si contrasterebbero il lavoro nero  e le associazioni malavitose che gravitano attorno alla prostituzione da strada.
Le  entrate derivanti dalla tassazione, da lasciare agli enti territoriali, sarebbero  una  boccata  d’ossigeno  contro  i  tagli  attuati dall’attuale governo,  permettendo  quindi  di  migliorare  i  servizi  ai cittadini, di rendere  gratuiti  gli  asili  nido,  di  non  aumentare  le addizionali, i biglietti per i mezzi di pubblico trasporto, di rendere più leggere la Tari e la Tasi, ecc.
Una  proposta  tutt’altro  che  demagogica  e  pregna di tanta concretezza, particolarmente  interessante ed efficace per la nostra città in vista e in occasione di Expo 2015.
Credo  che  i  tempi  siano ormai maturi (fra Senato e Camera sono giacenti circa  20  proposte  di  legge sulla prostituzione) per disciplinare questa realtà  insopprimibile,  in  particolare in uno Stato come il nostro che si vuole  distinguere  per  battaglie  sulla  legalità, sulla sicurezza, sulla giustizia e sull’equità fiscale.
È  quanto  afferma  Luca Lepore, consigliere comunale e metropolitano della Lega Nord.