venerdì 27 febbraio 2015

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Gay, morale PD è bipolare"


Milano, 27 febbraio 2015 

 La morale del PD milanese soffre di un disturbo bipolare che porta alcuni suoi esponenti a schierarsi contro la pubblicità sessista e, allo stesso tempo, a non dire nulla contro quei gay pride che offendono la dignità di uomini e donne con manifestazioni oscene e disgustose.
Rappresentanti che non più di un anno fa stigmatizzavano foto neppure tanto volgari (vedi la crociata contro una pubblicità che raffigurava una donna di spalle e che indossava biancheria intima neanche tanto sexy e provocante) e che ora si trasformano in strenui paladini della teoria gender, ovvero quella ideologia che sostiene la non esistenza di una differenza biologica tra uomini e donne e che afferma che le diversità sono soltanto culturali, cioè l’uomo sarebbe uomo poiché educato da uomo e la donna sarebbe donna solo perché educata da donna.
Affermazioni che fanno accapponare la pelle, altamente indecenti, ripugnanti e lesive della dignità della persona.
Una situazione di disturbo dissociativo d’identità, quella del PD milanese, in cui visioni estremamente libertarie convivono con altrettante oscurantiste, reazionarie e misoneiste.
È quanto affermano Luca Lepore,. consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.