venerdì 31 ottobre 2014

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Sicurezza tema negletto dal governo rancione"



Milano, 31 ottobre 2014

Il  tema  della  sicurezza  cittadina  non  ha  mai  occupato una posizione privilegiata o quanto meno rilevante nei programmi della giunta Pisapia.
Lo  dimostra  il  fatto  che  nell’ultimo  anno  solamente  10  commissioni consiliari  (di  cui  2  congiunte,  che  peraltro  hanno toccato questioni prettamente di competenza di altre commissioni, viabilità e commercio) sono state promosse.
Alcune  richieste  di  convocazione  della  Commissione Sicurezza giacciono tranquillamente nell’attesa di essere indette.
Ma  poiché  deve  essere nominato un nuovo presidente, nelle more della sua elezione, il vicepresidente se ne lava bellamente le mani.
I  dati  summenzionati ci forniscono un quadro chiaro dell’interesse pari a zero di quest’amministrazione arancione verso problematiche connesse con la sicurezza dei cittadini, ormai costretti a convivere con la paura di furti, scippi, rapine, violenze e aggressioni in uno scenario che tanto ci ricorda i  “fasti”  del  lontano  ovest ove delinquenti e fuorilegge la facevano da padrona.
In questo ultimo triennio, Milano è stata abbandonata a sé stessa, oppressa dalle tasse,  dall’incuria  e  dal  degrado,  ove  la  legalità  è  stata accantonata  per lasciare spazio a sterili buonismi capaci solo di generare insicurezza,  disperazione,  disgregazione  del  tessuto sociale e sfiducia nelle istituzioni.
L’idiosincrasia  manifestata  dalla sinistra milanese verso argomenti molto sentiti  dalla  cittadinanza come quelli della sicurezza e della legalità è sotto gli occhi di tutti.
V’è  il proverbio che dice che ogni popolo ha il governo che si merita: fra un anno e mezzo i milanesi daranno l’estrema unzione a questa brutta pagina di malgoverno e di inerzia esiziale.
E'  quanto  afferma  Luca  Lepore, consigliere comunale e metropolitano del Carroccio.