lunedì 27 ottobre 2014

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Bilancio partecipato altra balla di Pisapia"



Milano, 27 ottobre 2014

Ad  un  anno  e mezzo dalle prossime elezioni comunali ecco fuoriuscire dal cilindro   del  prestigiatore  Pisapia  l’ennesima  balla  populistica  per ottundere maggiormente le menti dei milanesi.
Una  frottola,  a  dire  la verità, che aveva già raccontato nella campagna elettorale  del  2011  ma  che  è inesorabilmente rimasta tale: un bilancio partecipato   e  trasparente  che  manifestasse  alla  luce  del  sole  gli orientamenti  e le manovre finanziario-gestionali per la nostra città e che coinvolgesse sempre di più i cittadini nelle scelte e nei programmi.
Da  inizio  legislatura  ad  oggi, del bilancio partecipato, semplificato e trasparente non se n’è vista neppure l’ombra.
E  così,  nell’imminenza  di  nuove  elezioni,  la giunta arancione torna a promettere    ciò   che  non  ha  vergognosamente  mantenuto,  cercando  di turlupinare nuovamente la gente con proclami e annunci in stile renziano.
Se  la  trasparenza e la partecipazione di cui vanno farneticando ricalcano pedissequamente l’ambiguo e l’oscuro comportamento fin qui da loro tenuto, come  quello  ad  esempio in materia di moschee, allora i cittadini possono tranquillamente disilludersi.
Pisapia  e  compagni  sono  giunti al capolinea e non sarà di certo qualche spot  demagogico  ad  ammaliare  e  a  condizionare  le  scelte  future dei milanesi.
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.