giovedì 17 ottobre 2013

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Area C, Milano è l'area più inquinata d'Europa!"



Milano, 17 ottobre 2013

L’Agenzia europea dell’ambiente ha confermato quello che tutti sanno tranne l’allocchito governo della città.
La   maggior   parte   delle  centraline  non  registra  alcun  cambiamento significativo  per  la  qualità dell’aria, anzi il Pm10 ha superato per tre volte  il  numero  massimo  dei  giorni  consentiti  dalla legge, mentre il biossido di azoto ha superato per cinque volte tale limite.
E il Comune cosa fa?
Continua  imperterrito  con  la  superficiale  politica  del  paga 5 euro e inquina, alias Area C, e talvolta, di domenica, ci manda a spasso a piedi.
Da una giunta di sinistra ci si doveva aspettare di più?
Certamente  sì, ma d’altro canto non è facile governare, soprattutto se non si  hanno  idee,  e  allora  si  trasforma  una possibile campagna a favore dell’ambiente in una manovra utile solo a foraggiare le casse comunali e si invitano  i cittadini a sgambettare (250.000 € il costo per ogni domenica a piedi),  ad utilizzare i mezzi pubblici (che oltre agli aumenti vertiginosi del ticket hanno subito una contrazione drastica della frequenza) e le bici (con i conseguenti pericoli dovuti ad una città insicura per le due ruote).
La  novità  car sharing serve a pochi, inquina comunque, utilizza le corsie riservate e accede gratis al centro. Risultato: inquinamento come prima.
Rimaniamo  in  attesa del vero cambiamento, se almeno non ambientale, della giunta che ci governa.
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.