venerdì 17 maggio 2013

COMUNICATO STAMPA: Lepore "Dati Questura inchiodano latitanza della Giunta Pisapia!"



Milano, 17 maggio 2013

I dati presentati stamane dalla Questura in occasione del 161° anniversario della  fondazione  della  Polizia,  relativi  ai delitti commessi nel 2012, confermano  incontrovertibilmente  che  i  reati  contro  la  persona  e il patrimonio sono decisamente aumentati rispetto al 2011.
Alla  faccia  di  quanto andava e va sostenendo l’attuale giunta arancione, demagoga e mistificatrice.
In  particolare  notiamo forti aumenti di rapine in abitazioni e in negozi, passando dalle 155 rapine del 2011 alle 236 rapine nel 2012 in abitazioni e dalle 596 rapine del 2011 alle 776 rapine in del 2012 in negozi.
Furti aumentati di circa il 10% nelle case e  di circa dell’11% nei negozi.
Per  non  parlare  dei  furti con strappo che hanno avuta la bellezza di un aumento di circa il 24%.
In forte aumento anche i casi di violenza sessuale.
Questi  dati  inchiodano  senza  appello  le  inesistenti  politiche  sulla sicurezza del sindaco Pisapia e della sua giunta buonista e masochista.
Anche  sul fronte della richiesta di ripristino delle pattuglie di militari in  connubio  con le Forze dell’Ordine, il questore Savina ha confermato la bontà  di  tale proposta, rappresentando i pattugliamenti un deterrente per gli atti delittuosi.
Approviamo totalmente quanto asserito dal questore.
Invochiamo  più  sinergia  fra  tutte le forze e  l’abbandono di retrograde ideologie.
Il  sindaco  Pisapia  e l’assessore Granelli si sveglino dal loro torpore e accolgano   finalmente   le  richieste  avanzate  dall’opposizione  per  la salvaguardia e la tutela dei cittadini milanesi e per una pacifica e civile convivenza.
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.