martedì 26 marzo 2013

PONTIDA 2013: Prenota il posto sul pullman per Domenica 7 Aprile!



Partenze da Milano

P.le Loreto c/o Upim, ore 8.30
P.le Maciachini ang. Valtellina, ore 8.45
P.za XXIV Maggio 2 (Darsena), ore 8.30
Via M. Pagano c/o parcheggio MM, ore 8.45

Rientro previsto ore 17 o 18

CONTRIBUTO A OFFERTA LIBERA


COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Sicurezza, ormai siamo al delirio!"



Milano, 26 marzo 2013

In  merito alle affermazioni rilasciate in mattinata dal duo Mazzali-Ghezzi sul  tema  sicurezza, la Sinistra  dimostra  ancora una volta quanto mai infinita sia la vuotezza, l’inconsistenza e l’impotenza di questa amministrazione arancione in materia di tutela dei propri cittadini.
Un  modo  di concepire la questione sicurezza con fare lassista, decadente, crepuscolare, che guarda passivamente lo svolgersi degli eventi.
Un’inerzia totale che ha condotto alle dichiarazioni tanto patetiche quanto insensate dei consiglieri Mazzali e Ghezzi.
Asserire  che  l’opposizione  abbia l’intento di screditare e di dimostrare l’inefficacia  e l’inefficienza  delle  Forze  dell’Ordine  è  quanto  mai stravagante e grottesco.
Invece  che  trincerarsi in smidollate posizioni e chiedere all’opposizione di   mettere  sul  tavolo  soluzioni  all’emergenza  sicurezza  (interventi peraltro  già  proposti  alla  maggioranza che ciononostante rimane sorda e inerme)  l’attuale  amministrazione cerchi di modificare la propria visione retriva  e  da  “alto  medio evo” su come affrontare e gestire la sicurezza cittadina  e  faccia almeno qualche passo avanti senza limitarsi a dire che contro i raptus nulla si può fare.
Inizi  a  richiamare  i militari nelle nostre vie, e poi vediamo se certuni avranno  ancora voglia di delinquere o di lasciarsi andare in escandescenze con tanta facilità!
Ripristini i nuclei di Vigilanza Urbana soppressi!
Per constatare che ormai viviamo in uno stato emergenziale sotto il profilo della  sicurezza   urbana,   non  è  necessario  estrapolare  forzatamente affermazioni dalla bocca del Questore, ma basta verificare gli innumerevoli fatti  di  cronaca  criminale  riportati  quotidianamente  dalle agenzie di stampa,  nonché  la  paura e l’inquietudine vissuta dai nostri concittadini milanesi.
Ma  per  il  duo  Mazzali-Ghezzi va tutto bene, non esiste alcuna emergenza sicurezza,  i  fatti occorsi in questi ultimi 7 mesi sono solo frutto della fantasia di qualche paranoico o psicopatico.
Avanti così, a quando la prossima vittima?
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.

giovedì 21 marzo 2013

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Pisapia faccia rimuovere immediatamente le scritte contro Manganelli!"


Milano, 21 marzo 2013

La  tragica  notizia  di  ieri  della scomparsa di Antonio Manganelli, capo della  Polizia, ha purtroppo rappresentato un’occasione, per alcune persone immonde, per rinnovare l’odio e il disprezzo verso le Forze dell’Ordine e i suoi vertici.
Le  scritte  invereconde e offensive apparse in Via Pomposa la dicono lunga sullo  stato  di  civiltà  e  di  umanità  che  vive  in  alcuni  reietti e delinquenti della nostra città.
Esprimendo  cordoglio  per la perdita di Manganelli, auspico che il sindaco di  Milano  intervenga  al  più  presto  per  far rimuovere le scellerate e disumane  manifestazioni  apparse sui muri cittadini che sono, sembra ombra di  dubbio, il frutto di belluine concezioni di quei tanto protetti “centri sociali”, anarchici e no global.
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.

mercoledì 20 marzo 2013

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, "La Giunta Pisapia dimentica il decentramento e il Consiglio di Zona 2 cade su bilancio e trasparenza"



In merito alla discussione avvenuta ieri notte in Consiglio di Zona 2 circa la richiesta di istituire una commissione “Bilancio, Gestione dei fondi e Trasparenza”, interviene il Capogruppo del carroccio Samuele Piscina insieme agli altri capigruppo di opposizione.

“Le innumerevoli promesse dichiarate dall’Assessore Benelli, che aveva più volte assicurato la nascita di un bilancio zonale entro l’inizio dell’anno 2013, sono cadute nel vuoto. Non solo le zone milanesi non avranno un proprio bilancio ma, a distanza di 3 mesi e mezzo dall’inizio dell’anno, non sono ancora stati assegnati alle circoscrizioni i consueti fondi per realizzare le iniziative zonali.
La realtà è che le circoscrizioni milanesi sono state completamente messe da parte dal sindaco Pisapia che, non solo non rispetta le promesse, ma rimuove il decentramento dalle priorità comunali togliendo la delega all’assessorato con il rimpasto di Giunta, privando, in questo modo, i consigli zonali di un interlocutore diretto.
La Zona 2 è in una situazione drammatica: il settore è costretto a rinviare al mittente le richieste di fondi pervenute dalle associazioni zonali e il Consiglio di Zona vive una situazione di stallo.”
“Colta impreparata dalla nostra richiesta di istituire una commissione di controllo, di gestione e di trasparenza dei fondi, la maggioranza di Zona 2 ha prodotto un documento alternativo volto a bocciare la proposta.
Così facendo, una parte della Sinistra cerca di negare all’opposizione il diritto di farsi garante della trasparenza nei confronti dei cittadini, più che mai necessaria in questi tempi di incertezza politica.
I mal di pancia per la confusa gestione volta all'insabbiamento cominciano a farsi sebtire in casa PD. Ieri sera, infatti, alcuni consiglieri hanno deciso di abbandonare l’aula facendo mancare il numero legale sulla votazione della stessa delibera di maggioranza, peraltro presentata dallo stesso capogruppo dei democratici.”
“In campagna elettorale - concludono i capigruppo – la Sinistra si è riempita la bocca di tante belle parole, ma ciò che conta agli occhi dei cittadini sono i fatti. E i fatti non ci sono stati."

venerdì 8 marzo 2013

COMUNICATO STAMPA: Samuele Piscina, “Bocciata mozione della Lega per sgomberare il centro sociale di via Arbe 50. La sinistra difende gli abusivi e li paragona a dei benefattori!"



Milano, 8 Marzo 2013


“Dopo oltre 6 mesi di permanenza all’interno dell’ordine del giorno del Consiglio di Zona 2, - interviene Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio nel parlamentino - ieri sera è stata finalmente discussa la mozione presentata dal Gruppo Consiliare della Lega che chiede l’immediato sgombero della palazzina occupata in via Arbe 50”.

“Tale edificio risulta occupato da quasi un anno ed è stato oggetto di disturbo della quiete pubblica, commercio illegale, intimidazioni nei confronti della cittadinanza e, in particolare, di violenza privata anche nei confronti del sottoscritto, quando nell’ormai lontano Aprile scorso fui aggredito durante una raccolta firme da 2 individui che dichiararono di essere membri attivi del centro sociale denominato “Officina dei beni comuni”.

Nel frattempo, i disagi che gli antagonisti provocano nel quartiere, le aggressioni e, di conseguenza, le denunce sono aumentate esponenzialmente.

Numerose sono state le mail inviate al nostro gruppo da cittadini disperati anche per vili aggressioni con oggetti contundenti, scaturite dalla semplice richiesta di spostare l’auto che intralciava la deambulazione dei pedoni sul marciapiedi.

Purtroppo però, in Consiglio di Zona e a Palazzo Marino c’è chi pensa che l’occupazione abusiva e le aggressioni in particolare non siano dei veri e propri problemi, paragonando gli occupanti a dei volontari che operano per il bene della comunità”.

“Emblematica quanto preoccupante la dichiarazione esplicata da uno degli antagonisti ad inizio seduta: un partito politico ha chiesto di usufruire degli spazi nella palazzina occupata illegalmente.

Mi chiedo come possa un pubblico ufficiale come il Consigliere di Zona, che dovrebbe garantire il rispetto della legge, assecondare l’illegalità esponendosi in tal modo contro il Codice Civile, il Codice Penale e la Costituzione Italiana.

La Sinistra, ancora una volta, ha preferito difendere gli abusivi piuttosto che la cittadinanza.”

“Chiediamo alla maggioranza zonale, che compatta ha respinto la nostra mozione, al Sindaco Pisapia e all’Assessore Granelli - conclude Piscina - di spiegare alla cittadinanza e in particolare agli oltre 250 cittadini che hanno firmato l’esposto dai noi presentato alla Questura e che continuano a subire soprusi da parte di questi delinquenti, per quale motivo venga favorita l’illegalità all’interno dell’istituzione comunale milanese.

Continuiamo ad augurarci che Prefetto e Questore sgomberino nel più breve lasso di tempo possibile lo stabile.”



Per ulteriori approfondimenti visualizzare i precedenti comunicati stampa cliccando sui link:



mercoledì 6 marzo 2013

COMUNICATO STAMPA: Biotestamento, Lepore "La Sinistra non faccia passi più lunghi della gamba!"



Milano, 5 marzo 2013
 
Non  avendo  proposte serie e concrete da mettere in campo per fronteggiare l’attuale  drammatica  situazione socio-economica che investe l’Italia e di riflesso la nostra Milano, i “minus habentes” della sinistra non trovano di meglio   che  fiottare  nuovamente  il  labaro  ideologico  del  testamento biologico.
Così  come  è  successo con l’istituzione del registro delle unioni civili, l’eventuale  approvazione  di  un  albo  gemello che contenga dichiarazioni anticipate  di  fine vita rischia di essere solamente carta straccia almeno fino  a che il Parlamento non emanerà decreti legislativi per l’adattamento dell’ordinamento italiano ai principi e alle norme della Costituzione.
Come  ho  già  avuto  modo di affermare nel recente passato, trattandosi di materia  “eticamente sensibile” e oggetto di posizioni diverse fra correnti di  pensiero  laico,  radicale e religioso, la Lega Nord per l’Indipendenza della  Padania  ritiene  che ci si debba astenere dal compiere inefficaci e propagandistiche azioni da parte di chi non ha competenza, attendendo prima che il Parlamento legiferi al riguardo.
La   maggioranza  arancione  si  trova  in  uno  stato  confusionale  e  di disfacimento tale da aver presentato due delibere diverse, con l’augurio di trovare poi una “sintesi” fra le proposte.
Cosa  si  ritroveranno i cittadini milanesi alla fine di questa sgangherata legislatura? Solo due inani registri e tanto fumo negli occhi.
Tutto  il  resto  è  incapacità  (non  sono  riusciti  nemmeno a smacchiare fantasiosi  felini:  forse  la  loro  trielina  era  vecchia  come  il loro ingegno?).
La sinistra non faccia passi più lunghi della gamba!

È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.