mercoledì 16 gennaio 2013

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Famedio, la Lega ripropone onoranza a Michelangelo Merisi"


Milano, 16 gennaio 2013 

Dal  15  dicembre 2012 al 17 marzo 2013, nella Sala del Tesoro del Castello Sforzesco, è aperta al pubblico la mostra “Simone Peterzano e i disegni del Castello Sforzesco”.
In  questa  cornice, come non ricordare la querelle nata nell’estate scorsa fra  esperti,  pseudo  esperti ed esperti dichiaratisi tali sulla possibile attribuzione  al  pittore  milanese   di circa cento disegni conservati nel maniero meneghino?
Tenzone  ancora  aperta, di non facile soluzione, in quanto a tutt’oggi non si è ancora in possesso di disegni indiscutibilmente attribuibili al grande maestro post manierista lombardo.
Il  fatto che il Merisi, dal periodo romano in poi, abbia realizzato le sue opere senza disegni a supporto, non ci impedisce di ritenere che l’artista, come  del  resto  tutti  gli  altri  pittori  dell’epoca,  durante  la  sua permanenza nella bottega del Peterzano (dal 1584 al 1587) abbia iniziato il suo apprendistato utilizzando disegni preparatori.
Ma,  ovviamente,  la  contesa potrà essere risolta in un verso o nell’altro solo  se  si  avrà  la  volontà di procedere ad un’analisi più attenta, più oculata e più professionale da parte di veri esperti nel campo dell’arte e, nel caso di specie, del mondo caravaggesco.
Certo   è   che  la  mostra  attualmente  ospitata  al  Castello  Sforzesco sembrerebbe  più avere l’intento di screditare (giustamente o no, non sta a noi  asserirlo)  eventuali frettolose attribuzioni piuttosto che cercare di fare  ulteriori  e  più approfondite ricerche sulla possibile paternità del Merisi dei disegni esposti.
Ciò  premesso,  quello  che  a noi preme è fare in modo che la proposta già avanzata  lo  scorso anno di onorare al Famedio l’illustre pittore milanese non  cada  nel dimenticatoio o venga nuovamente affossata da considerazioni superficiali e poco rispettose della figura di tale personaggio.
E’  per  questo  che  la  Lega  Nord  per  l’Indipendenza  della Padania ha ripresentato  all’esame  della  commissione  consultiva  per le onoranze al Famedio  la  proposta  di conferire il giusto omaggio a Michelangelo Merisi attraverso  l’apposita  collocazione  di un busto, in analogia a quanto già fatto per Giuseppe Mazzini, Luca Beltrami e Giuseppe Verdi.
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.