venerdì 30 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Lepore "SEA, o la borsa o la vita!"


Milano, 30 Novembre 2012

Il Comune di Milano, è noto, ha intrapreso il percorso delle vendite per far quadrare i conti e rilanciare, solo a parole, l’economia.
Peccato che l’interesse dei milanesi sia stato “svenduto” agli interessi di bottega – interviene il consigliere del Carroccio Luca Lepore - e l’indeterminazione di operare scelte di ampio respiro non ha consentito una gestione “lineare” dell’operazione SEA.
La stessa è gestita in due tempi con modalità alquanto differenti seppur ravvicinate temporalmente: la gara per il 29,7% delle azioni a fine 2011 e la maggior parte tramite collocazione in borsa oggi insieme alla Provincia di Milano.
Rammento che la scelta della borsa è nata dal timore dei ricorsi pendenti e non la si può considerare pienamente consapevole da parte di questa maggioranza.
Per la Lega Nord, da sempre, la scelta della Borsa ha la bontà di tutelare il futuro dei lavoratori e di mantenere il controllo del sistema aeroportuale milanese e lombardo in ottica metropolitana.
L’incapacità arancione di governare il processo con una più ampia visione temporale e deficitaria di strategia a medio temine lascia sul campo ferite aperte, ad esempio: il valore del premio di maggioranza, il controllo del socio Comune della società, i riflessi occupazionali.
Quest’ultimi, oggi sottaciuti, rappresentano la vera sfida per il futuro, e, in particolare in questo momento di crisi economica, la strategia dell’azienda ha intenzione di valorizzare il sistema aeroportuale milanese anche attraverso nuove acquisizioni e sviluppo (cosa ne sarà di Linate?) mentre il Comune sonnecchia in attesa degli eventi.
In conclusione questa amministrazione comunale, socio di maggioranza, scappa consapevolmente dalle sue responsabilità e anziché fornire pubblicamente il suo indirizzo e la sua strategia, se mai li abbia. rinvia il dibattito a partita chiusa ovvero al 10 dicembre 2012.
Appare evidente che il sogno arancione di partecipazione e di confronto è naufragato da tempo, i milanesi se ne stanno iniziando a rendersene conto.
Oggi, più che mai, è facile commentare: SEA, o la borsa o la vita!
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere del Carroccio a Palazzo Marino. 

COMUNICATO STAMPA: "Raccolta differenziata dell'umido, Lepore "il Comune premi i cittadini virtuosi!"

Milano, 30 novembre 2012

Dal  26  novembre  è entrata in vigore la raccolta differenziata dell’umido per  ben  168.000  famiglie   milanesi,  ricomprese nella zona 6 e in parte nelle  zone  1,  5 e 7 ed entro il 2014 l’iniziativa sarà estesa a tutta la città.
A  pieno  regime,  si otterranno circa 56 milioni di chilogrammi di rifiuto organico  all’anno, costituendo un ulteriore passo in più verso l’obiettivo di raccolta differenziata (65%) stabilito dall’Unione Europea.
I  notevoli benefici della separazione dei rifiuti (dalla loro riduzione in discariche  o  inceneritori,  dalla  loro valorizzazione per il recupero di energia  e  di materiali alternativi alle materie prime, dalla di munizione
di  sostanze  pericolose  nei  rifiuti  solidi  urbani  alla  promozione di comportamenti più responsabili e volti alla sostenibilità, alla prevenzione e alla riduzione dei consumi) sono palesi a tutti.
Con  la  raccolta  dell’umido  sarà  prodotto fertilizzante naturale per le coltivazioni ed energia naturale tramite biogas.

Si  verrà  a  creare un circuito virtuoso molto semplice: separando l’umido dal resto dei rifiuti si consentirà ad Amsa di riciclarlo, creando reddito, e nel contempo si eviterà di appesantire le discariche.
E  proprio  nell’ottica  di  questo  percorso  virtuoso, auspichiamo che il Comune  valuti l’opportunità, nel prossimo futuro, di premiare la fattività della  cittadinanza  (anche  col  profitto  ricavato  dalla  trasformazione dell’umido) tramite una congrua riduzione della Tarsu per tutte le famiglie
milanesi.
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio.

giovedì 29 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Primarie del Centro-Sinistra all'interno della sede del Consiglio di Zona 2, Piscina "L'arroganza della maggioranza supera ogni limite"


Milano, 29 Novembre 2012

“L'arroganza della maggioranza del Consiglio di Zona 2 supera ancora una volta ogni limite.
Mai però avremmo pensato che sarebbero arrivati a tanto!”, interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Consiglio di Zona 2.
“All’interno della sede istituzionale del Consiglio di Zona 2 (viale Zara 100), si sono tenute le votazioni per le primarie del Centro-Sinistra e si svolgerà il ballottaggio.
Un seggio che presenta ben 11 sezioni elettorali, spazi concessi dalla Zona dietro irrisorio corrispettivo, al fine di propagandare le primarie degli stessi partiti che compongono la maggioranza del parlamentino.
Tutto ciò, ovviamente, tenendo all’oscuro i consiglieri di opposizione della concessione delle aule.”
“Se apparentemente non sussiste nulla fuori norma, la questione riguarda innanzi tutto l'opportunità politica e il concetto di eleganza inesistente nella maggioranza, ormai solita a sfruttare la sede del parlamentino come se fosse casa propria e non un luogo di proprietà dei cittadini milanesi.
Quando il nostro movimento ha svolto le proprie primarie interne lo scorso Ottobre, mai avremmo pensato di chiedere la concessione delle sale di una sede istituzionale quale il Consiglio di Zona 2.
Probabilmente gli uffici avrebbero anche rifiutato una nostra ipotetica richiesta.
D’altronde una caduta di stile nella vita è sempre possibile per tutti, ma mai per coloro che son sempre stilizzati a terra.”
“Per chiarire meglio la situazione, - conclude Piscina - il Gruppo Consiliare Lega Nord di Zona 2 presenterà un’interrogazione scritta durante la prossima seduta del Consiglio.”


mercoledì 28 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Commissione Ambiente e Mobilità in piazzale Istria, Piscina "chiediamo la riqualificazione del verde e dei marciapiedi"

Milano, 28 Novembre 2012

Dopo numerose richieste si è finalmente svolta la Commissione Ambiente, Mobilità, Arredo urbano e Verde del Consiglio di Zona 2 in piazzale Istria.
Il sopralluogo, fortemente voluto e sollecitato dalla Lega Nord, ha evidenziato numerose problematiche.
“Come avevo segnalato attraverso la mozione presentata un mese e mezzo fa, - interviene Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2 e primo firmatario della richiesta di Commissione - la commissione ha riscontrato problematiche considerevoli di sosta abusiva sia in strada che sull’area adibita a verde.
Proprio quest’ultima provoca buche che, durante le giornate piovose, si trasformano in veri e propri acquitrini, mettendo in pericolo i passanti che rischiano di scivolare sul fango.
La parte centrale della piazza era stata riqualificata 2 anni fa per la realizzazione della stazione della M5.
Non era però prevista la sistemazione dei marciapiedi e delle aree verdi innanzi ai caseggiati con numeri civici pari."
"In anticipazione della prossima apertura della stazione della M5, il Gruppo Consiliare della Lega Nord di Zona 2 chiede fortemente una sistemazione della pendenza dei marciapiedi e la riqualificazione dell’area verde attraverso la ripiantumazione e l’installazione di dissuasori volti ad evitare la sosta abusiva.
Abbiamo inoltre chiesto una revisione degli scarichi dei tombini nel quartiere in oggetto, spesso e volentieri protagonisti di veri e propri allagamenti.
Le nostre richieste, supportate da una buona partecipazione dei cittadini presenti durante il sopralluogo, sono state accolte dalla commissione."
"Ora attendiamo il passaggio in seduta del Consiglio di Zona, - conclude Piscina - nella speranza che i Capogruppo di maggioranza e il Presidente di Zona non intendano inserire la delibera al 31° punto dell’Ordine del Giorno, come soliti fare per le richieste dell’opposizione, per quanto giuste possano essere."

martedì 27 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Cittadinanza onoraria, Lepore "Dalai Lama e figli d'immigrati, due pesi e due misure!"


Milano, 27 novembre 2012

Sono  rimaste  soltanto belle parole quelle enunciate dal Sindaco Pisapia e dalla maggioranza del Comune di Milano in occasione della presenza a Milano di Sua Santità il XIV Dalai Lama.
La  proposta  di delibera di conferimento della cittadinanza onoraria giace negletta  nei  cassetti e malgrado i ripetuti richiami, ben 12 sin’ora, non si è potuto neppure pensare di iniziare il dibattito.
Lo  scorso  fine  ottobre  i  consiglieri di maggioranza hanno, per di più, tolto la loro firma dalla proposta di deliberazione..
Fin  qui  nulla  da  eccepire, se non la mancanza di coerenza e la profonda assenza di rispetto istituzionale.
Sennonché  quest’oggi  la  maggioranza  rosso-arancio  preme per portare in
votazione   un   ordine  del  giorno  che  preveda  il  conferimento  della
cittadinanza onoraria a tutti i figli degli immigrati.
Al  di  là  dell’infelice parallelismo fra le due proposte, appare evidente l’incapacità  della maggioranza di affrontare i reali problemi dei milanesi e di predisporre una agenda concreta.
Anche  sui  principi  e  sui  diritti,  valori  universali  da  tutelare  e preservare, esistono, a quanto pare, le opportunità e le convenienze.
La  sinistra  non è in grado di dare un segnale tangibile di vero rispetto, riconoscenza  e  considerazione  verso  un  leader spirituale in esilio che promuove  la  pace, la tolleranza, la comprensione e la pacifica convivenza di  tutti  i popoli della terra e che obiurga qualsiasi forma di violenza e prevaricazione.
Il  mancato  conferimento della cittadinanza onoraria rappresenta l’esempio più  lampante  di  una  amministrazione  che,  per  motivi  di  bottega, di sudditanza  e  di codardia, è prona ai desideri della Cina, predicando bene ma razzolando male.
Se i diritti sono ritenuti opportuni e non sono sconvenienti allora vale la pena  di  perseguirli  anche  se,  come in questo caso, la riforma è di una legge dello Stato e non una fatto amministrativo di carattere cittadino.
Dopo  l’inutile  registro delle coppie di fatto un’altra inane bandierina è pronta ad essere issata a Palazzo Marino.
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio.

COMUNICATO STAMPA: Primarie a Milano, Lepore "Germoglia l'ossimoro Tabacci!"


Milano, 26 novembre 2012

La  batosta subita dall’assessore Tabacci, esponente di spicco della giunta Pisapia,  alle  primarie del centrosinistra a Milano (ha raggranellato solo l’1,47%,  quantificabile  in  una  manciata di voti), parrebbe non lasciare alcun segno.
Mentre  in Catalogna chi ha preso il 45% dei voti è risultato perdente, qui a Milano racimolare l’1,47%  dei voti rappresenta un successo.
La  magia della politica ha partorito l’ossimoro Tabacci: un uomo che vince perdendo!
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.

mercoledì 21 novembre 2012

LUNEDI' DI VIGNATI: 26 Novembre news dal Consiglio Regionale con il Pres. VII Commissione MASSIMILIANO ORSATTI


COMUNICATO STAMPA: Lepore "Salviamo il progetto ERASMUS!"

Milano, 21 novembre 2012

La  Lega  Nord  presenterà  domani  sera  in Consiglio Comunale una mozione urgente per salvare il progetto Erasmus.
Con  la   mozione  si  chiederà  al  Sindaco  e  alla  Giunta  Comunale  di trasmettere  una  lettera,  come già fatto da altre importanti e autorevoli personalità dell’arte, della letteratura, dello sport, dell’economia, della
filosofia,  dell’istruzione,  ecc.)  a  tutti  i Capi di Stato e di Governo europei  affinché i bilanci 2012/2013 contemplino le risorse necessarie per garantire un futuro al progetto Eramus.
Auspichiamo  che  la  suddetta  mozione  trovi  il consenso di tutta l’aula consiliare.
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.

GENOVA 2 DICEMBRE - MANIFESTAZIONE CONTRO IL GOVERNO MONTI



Sono stati predisposti dalla Segreteria Provinciale 2 pullman che partiranno dalle seguenti postazioni:

ore  7,00   Piazza Loreto
ore  7,15   Piazza Maciachini
ore  7,00   Piazza XXIV Maggio
ore  7,15   Via Pagano

Percorso inverso al ritorno con arrivo previsto alle ore 18,00 circa a Milano.

Per prenotare il posto sul pullman chiamare la segretaria provinciale al n° 02 66211279 indicando la fermata preferita e il numero di cellulare dei partecipanti.

IL MIO NORD di Roberto Maroni - Presentazione Libro Mercoledì 21 Novembre ore 18.30 in via Romagnosi 8, Milano


venerdì 16 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA:Vaccini antinfluenzali per i dipendenti comunali, Lepore "Pisapia dice no!"

Milano, 15 novembre 2012

Era  dal  2008  che  l’Amministrazione Comunale assicurava gratuitamente la vaccinazione  antinfluenzale  ai  propri   dipendenti,  anche  in virtù dei benefici  economici  in  termini  di  risparmio  di  costi  per la Sanità e
l’Assistenza  pubblica  dal momento che l’influenza rappresenta a tutt’oggi una delle cause primarie di assenteismo dal lavoro (10-12%).
In  ambito  comunale  si  sono  stimati  in circa 4000 i dipendenti ad alto rischio  di  contagio  (vicini  a  bambini  e  ad anziani) che se vaccinati farebbero risparmiare circa 3360 giornate lavorative.
Ma  per  quest’anno, la musica è cambiata: la giunta arancione ha detto no, in  barba  alle più elementari nozioni di prevenzione a difesa della salute dei lavoratori!
Motivazione:  scarsa  adesione  nell’anno  precedente  in  rapporto  ad  un complesso sforzo organizzativo.
Punto  primo:  la  presunta  scarsa  adesione  dell’anno  scorso,  a nostro giudizio, è  dovuta al fatto che la novella amministrazione di sinistra non solo  non  si  era  neppure  posta  il  problema  di continuare la campagna iniziata   dalla   giunta  Moratti,  ma  non  pubblicizzò  a  tempo  debito l’iniziativa  ai  propri  dipendenti  e fu “costretta” all’ultimo momento a riproporre  la  campagna  grazie ad un’interrogazione del Gruppo Consiliare della  Lega Nord che riportò sulla retta via una giunta molto lontana dalle esigenze dei propri lavoratori e, di contro, molto vicina alla salute degli immigrati clandestini.
Punto secondo: non si capisce quali sia il “complesso sforzo organizzativo” da  parte  degli uffici comunali, assolutamente gestito con snellezza dalla precedente  amministrazione.  Ovvio  che se si aspetta l’ultimo momento per organizzare l’iniziativa il tutto poi diventa più difficile.
E a nulla vale attaccarsi, caro assessore Majorino, alle “criticità emerse” nella produzione dei vaccini da parte delle Aziende Farmaceutiche in quanto l’unica   azienda   coinvolta   era  la  Novartis.  Quindi  quest’ulteriore giustificazione appare come una scusa bella e buona.
Così come i cittadini milanesi hanno ormai capito che l’attività preminente della giunta Pisapia è quella di razziare le loro tasche e i loro risparmi, altresì i dipendenti comunali si rendano conto che per Majorino e sodali la salute  dei  rom  e dei clandestini occupa un piano più importante rispetto alla loro.


È quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.

lunedì 12 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Moschee negli spazi comunali, Lepore "Ci vuole un referendum!"


Milano, 12 novembre 2012

Dopo ventiquattro anni il Centro Islamico di viale Jenner è sotto sfratto.
Il  famigerato  Centro  ha  ospitato  negli  anni  scorsi  il  passaggio di terroristi  mussulmani  dell’attentato  alla  metropolitana di Madrid e del bombarolo della Caserma Santa Barbara di Milano ed è rappresentato da Abdel Hamid Shaari, personaggio indesiderato persino dall’islamico Egitto.
Ora il Comune di Milano gli vuole trovare uno spazio pubblico attraverso la partecipazione ad un bando probabilmente “pilotato”.
Ci vengono alla mente tutte le famiglie oneste, e sono parecchie, che hanno ricevuto  uno sfratto. Ma il Comune darà anche a loro la casa tramite bando “ad  hoc”  oppure  le abbandonerà a sé stesse, o peggio, nel “girone” delle assegnazioni delle case popolari?
Quali saranno i luoghi prescelti che verranno messi sul piatto?
Avrà  la  giunta  arancione  l’accortezza  e  il  buon  senso (ahimè finora
latitante) di permetterci di consultare preventivamente i milanesi mediante referendum cittadino?
Sono  interrogativi  di  cui  attendiamo  risposte anche se non ci facciamo illusioni  poiché,  come si sa, da una cattiva botte non può uscirne che un vino cattivo.
È  quanto  afferma  Luca  Lepore,  consigliere comunale della Lega Nord per l’Indipendenza della Padania.

Domenica 2 Dicembre tutti a Genova! BASTA TASSE MONTI A CASA!


COMUNICATO STAMPA: Asta oggetti sequestrati, Lepore "Con Pisapia è tutta un'altra musica!"


Milano, 11 novembre 2012 

Se non fosse vero ci sarebbe da sorridere, ma tant’è! Per la prima volta l’amministrazione comunale, interviene il consigliere del Carroccio Luca Lepore, toglie dall’asta dei beni sequestrati gli strumenti musicali: violini, fisarmoniche, chitarre, amplicatori portatili ecc.. ecc..
Chissà in quale luogo della città sono stati sequestrati e chi ne faceva buon uso?
Dimenticanza? Omissione? Leggerezza? Credo che i milanesi sappiano, con buona approssimazione, chi è solito intrattenerli con suoni raffazzonati.
Perché restituire il corpo del reato ai supposti proprietari “mascherando” la restituzione attraverso progetti di avvicinamento alla musica rivolti a non meglio precisate “persone in condizioni di disagio”.
Perché questa amministrazione omette sempre i soggetti tranne quando essi devono pagare le “tasse” e le “imposte”?
E' quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale della Lega Nord a Palazzo Marino.

venerdì 9 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Lepore, Equitalia "Mentre Pisapia pensa, i cittadini pagano!"


Milano, 9 novembre 2012

Finalmente  anche  la maggioranza di questo comune inizia ad accorgersi che Equitalia  è antieconomica per l’amministrazione e vessatoria nei confronti dei  cittadini,  afferma  Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.
Recentemente la Lega Nord in Parlamento ha fermato la proroga di 6 mesi che il governo Monti vuole imporre agli enti locali a favore dell’esattore.
In  barba  alla  spending  review  lasciamo  il 9% di quanto riscosso nelle tasche di Equitalia.
Il  Pd  ha  iniziato a riflettere (meglio tardi che mai) e l’auspicio è che finisca  di  elucubrare  in  fretta e agisca in maniera concreta: giace una mozione  del  sottoscritto  nell’ordine dei lavori del Consiglio Comunale e lunedì  prossimo  potremo  confrontarci  in aula mandando un chiaro segnale alla  giunta  indicando  un nuovo percorso e rispondendo a una esigenza dei nostri concittadini.
Credo  si  possa  essere  tutti  d’accordo  sul  fatto che anche attraverso l’esazione  si  debba riconoscere le situazioni di reale difficoltà sociale rispetto agli evasori di professione.
Se il Comune rinuncerà già da subito a Equitalia e gestirà in prima persona il servizio di riscossione, sono convinto che lo si farà senza rimpianti.
Aspettiamo i fatti.

giovedì 8 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Lepore, "Area C, non v'è nulla da festeggiare!"


Milano, 7 novembre 2012

La  sentenza odierna del Consiglio di Stato ha respinto il ricorso avanzato da  Mediolanum  Parking  che chiedeva la sospensiva della “versione bis” di Area C deliberata dalla Giunta Comunale il 6 settembre ed entrata in vigore il 17, escludendo la sussistenza del presupposto del pericolo attuale di un pregiudizio  irreparabile in attesa dell’imminente definizione del giudizio di  merito da parte del Tar Lombardia.
Riteniamo  che  non  vi  sia  nulla  da  festeggiare o da gioire, poiché il problema  dell’inquinamento  a  Milano rimane vivo e sono pressoché nulli i risultati  ottenuti dalla politica semi-ambientalista del Sindaco di Milano Pisapia.
Da  una parte il problema della salute dei milanesi e dall’altro la volontà di fare cassa.
La realtà è che solo la seconda parte è entrata nell’agenda di Maran.
Infatti,  il provvedimento così come concepito non porta sensibili benefici per la salute dei cittadini (Arpa e Amat lo confermano) e riguarda meno del 4,5% del territorio cittadino.
A Milano muoiono ogni anno 550 persone per colpa delle polveri sottili e se consideriamo  che chi paga ha diritto comunque di inquinare appare evidente la  difficoltà  a comprendere quali benefici riceva il cittadino dall’obolo di 5 euro e le basi educative che sottendono il provvedimento Area C.
Il fatto che la tanto famigerata politica del trasporto pubblico ha portato in un solo anno all’aumento del 50% dei biglietti ATM, ad avere una MM4 che non  naviga in buone acque, la “mancata” inaugurazione della linea MM5 e la convinzione  che  i  milanesi  sanno  sfidare  la “jella” ogni qualvolta si confrontano  con  l’efficienza  della  amministrazione  pubblica,  dimostra inequivocabilmente  un  fallimento  senz’appello di questa giunta arancione nel campo dell’abbattimento dello smog a Milano.
Il  nostro consiglio di valutare meno precipitosamente e con più attenzione la  questione  inquinamento coinvolgendo, nell’adozione di eventuali futuri provvedimenti  limitativi,  tutte  le  componenti  produttive  e  non della società, è rimasto appello inascoltato.
È  quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio a Palazzo Marino.

mercoledì 7 novembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Piano Rom Zona 2, Orsatti e Piscina “Privilegi agli zingari. Aggressione al Capogruppo Lega che per la Sinistra deve rimanere in silenzio”


Milano, 7 Novembre 2012

“Le minacce non ci spaventano - chiosa Massimiliano Orsatti, Consigliere regionale della Lega Nord – e non fermeranno la nostra ferma opposizione. I meneghini non meritano di essere discriminati rispetto agli zingari. Come sempre la Lega pensa che i cittadini onesti debbano essere messi costantemente in primo piano. Pisapia, invece, continua a favorire l’interesse di tutti tranne quello dei milanesi. Esprimo piena solidarietà al Consigliere Piscina per la tentata aggressione che ha subito.”

“Ieri sera in Consiglio di Zona 2 la maggioranza ha voluto fortemente approvare un documento volto ad assicurare ulteriori privilegi alle popolazioni Rom rispetto al piano che sta esaminando la Giunta comunale” esordisce Samuele Piscina, Capogruppo del carroccio in Zona 2 e primo firmatario dei 42 emendamenti discussi.
“Se il documento proveniente da Palazzo Marino presenta richieste inaccettabili quali l’accesso degli zingari alle graduatorie Aler, il permesso di effettuare forme di autocostruzione e la richiesta di avvertire preventivamente gli occupanti sulla data di sgombero, il documento del parlamentino peggiora ulteriormente la situazione.” 
Queste le richieste della Sinistra nella circoscrizione:
  • Rivedere il superamento dei campi come soluzione abitativa, con il risultato di mantenere le baracche abusive e il disagio nei quartieri.
  • Evitare la parola “integrazione” sostituendola con il vocabolo “cittadinanza”. La maggioranza dimostra di non conoscere il significato del termine “cittadinanza”, che è strettamente legato a uno status giuridico e prevede il godimento di diritti e l'assolvimento di doveri.
  • Svolgere azioni relative all’accesso e sostegno al lavoro come l’affido privilegiato di commesse da parte di AMSA e del Comune di Milano. I cittadini disoccupati vengono completamente dimenticati per favorire il lavoro delle popolazioni Rom. Si chiede inoltre di incoraggiare la raccolta di materiali di recupero quali ferro e rame che tali popolazioni tuttora “recuperano” rubando nei cimiteri, nei depositi e dalle linee di trasporto pubbliche.
  • Di fornire indennizzi allo sgombero delle popolazioni Rom e di riqualificare i campi per fornire i servizi ai nomadi. Tutto ciò con i soldi versati dai cittadini.
“La situazione di malfidenza – conclude Piscina - è dovuta allo stato precario e d’illegalità delle stesse popolazioni che non sono propense a integrarsi nella nostra società e nel mondo lavorativo. In questi documenti le uniche forme di discriminazione individuabili sussistono nei confronti degli onesti cittadini! Tutto ciò però non è possibile esprimerlo senza correre il rischio di essere aggredito fisicamente da qualche militante di sinistra presente nel pubblico. Infatti, a fine serata un individuo ha tentato di avvicinarsi al sottoscritto al fine di percuotermi. Fermato da alcuni consiglieri prima che potesse colpirmi, il militante è stato allontanato mentre lanciava minacce nei miei confronti. Questa è la democrazia secondo la Sinistra!”.

COMUNICATO STAMPA: Giunta Pisapia, Lepore "Latitante anche con le interrogazioni!"


Milano, 7 novembre 2012

La  Giunta Pisapia, celeberrima e cinica succhia sangue dei milanesi, oltre ad  aver  palesato  la  sua  incontrovertibile  incapacità di risolvere una qualsiasi problematica che investe la città – vedi in materia di sicurezza, di sgomberi di alloggi occupati abusivamente, di pulizia dei parchi e delle vie,  di  presenza di accattoni agli incroci stradali, di potenziamento dei mezzi  pubblici  (invitiamo  il  Sindaco o qualsiasi Assessore a salire sui metrò   negli  orari  di  punta  tra  afrori  e  calche  inenarrabili),  di manutenzione  del  verde,  ecc.  –,  adesso  non  risponde più neppure alle interrogazioni che i singoli consiglieri comunali pongono nell’espletamento delle loro attribuzioni.
Infischiandosene   di   quanto   stabilito   dal   vigente  Regolamento  di organizzazione  e  funzionamento  del Consiglio Comunale e delle regole non scritte   di   rispetto   e   cortesia   istituzionale,   non  consente  ai
rappresentanti  dei  cittadini  milanesi  di  poter  esercitare funzioni di controllo  sull’attività  del governo nonché di informazione verso i propri elettori.
Il  Gruppo  Consiliare  della Lega Nord è dal mese di settembre che attende una  risposta  a  circa  una decina di interrogazioni, di fronte alle quali l’attuale  giunta  manifesta sufficienza e disinteresse calpestando diritti previsti da regolamenti.
Che   sia   forse  l’ennesima  dimostrazione  della  sublime  democrazia  e trasparenza   tanto  glorificata  in  campagna  elettorale  dalla  accolita arancione?
Ciò  nonostante  la  nostra  pazienza ha la pelle dura e chissà se entro la fine dell’anno avremo qualche risposta.
È  quanto  afferma  Luca  Lepore,  consigliere  comunale  della Lega Nord a Palazzo Marino.