martedì 18 settembre 2012

COMUNICATO STAMPA: Lepore "Registro coppie di fatto, inaugurato il circo del nulla!"

Milano, 18 settembre 2012

Arie  di festa, scene da carrozzone, policromi tripudi nella celebre stanza 231 degli uffici comunali di Via Larga.
Questa  la cornice che ha tenuto oggi a battesimo il tanto bramato registro delle coppie unioni civili.
Un  pezzo di carta inefficace in assenza di una norma nazionale, che ha già riportato  clamorosi  flop  nelle  altre  poche città italiane che lo hanno adottato,   e   che  non  porterà  alcun  vantaggio  concreto  alle  coppie conviventi.
In un periodo di crisi economica, ove aleggiano ombre poco rassicuranti sul futuro  dei  cittadini  italiani  e  milanesi,  ove i problemi maggiormente sentiti  sono  quelli  del  lavoro e del tirare a fine mese, il ritagliarsi
ameni spazi per festeggiare il niente, ci fa alquanto sorridere.
E  mentre  gli intellettuali di sinistra ipotizzano leggi per il matrimonio gay, per gli etero che non vogliono sposarsi e chi più ne inventa ne metta, appare  quanto  mai  sensazionale il fallimento del registro in quanto, dai dati  fornitici dall’ufficio preposto, le richieste di iscrizioni pervenute a   tutt’oggi   (passata   l’euforia   iniziale   le   iscrizioni  andranno inevitabilmente  scemando)  sono  soltanto  105,  pari allo 0,000008% della
popolazione milanese.
Dulcis in fundo, una baraccata per il nulla!
Contenti loro …..
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere del Carroccio a Palazzo Marino.