venerdì 29 giugno 2012

LUNEDI' DI VIGNATI: Luglio 2012


CONGRESSO FEDERALE LEGA NORD: Sabato 30 giugno e Domenica 1 luglio

IL PROGRAMMA:


Sabato 30 giugno

Insediamento ore 9:00
  • Commissione verifica poteri
  • Apertura accrediti (ricordarsi la tessera della Lega e un documento di identità)
Presentazione Tesi e Interventi dei Congressisti ore 10:00

Interventi ore 15:00
  • Resp. Enti Locali Federali on.Maria Pastore
  • Coordinatore Federale Giovani Padani Lucio Brignoli
Capigruppo Regionali ore 15:30

Segretari Nazionali ore 17:00
Chiusura dei lavori ore 19:15

Domenica 1 luglio
  • ore 9:00 Apertura accrediti (ricordarsi la tessera della Lega e un documento di identità)
  • ore 9:30 Voto al nuovo testo di Statuto
Presidente Federale Umberto Bossi ore 10:30

Capigruppo Parlamentari ore 10:50

Governatori Regionali ore 11:30
  • Roberto Cota - Piemonte
  • Luca Zaia - Veneto
  • Andrea Gibelli - Lombardia

Triumviri ore 12:15
  • Manuela Dal Lago
  • Roberto Calderoli
  • Roberto Maroni

Candidati alla carica di Segretario Federale ore 13:00

Inizio operazioni di VOTO ore 13:40
  • Spoglio delle schede
  • Proclamazione degli eletti
  • Intervento del neoeletto Segretario Federale
  • Chiusura lavori

COMUNICATO STAMPA: Lepore "Pisapia sia responsabile e ascolti la città"


Sono belle parole quelle enunciate oggi dal Sindaco sull'ostruzionismo della Lega Nord sul Bilancio. Nulla da eccepire.
Sennonché - afferma il consigliere della Lega Lepore - il Sindaco dimentica che chi impoverisce la città è il duo Pisapia-Monti, i quali, attraverso le imposte e le tasse comunali, portano le entrate comunali a ben 1.241 milioni di euro a carico delle indifese famiglie milanesi.
Invitiamo il Sindaco e la giunta a riflettere su quanto stanno realizzando e di evitare di "minare" il lavoro del consiglio attraverso la pressione del mancato raggiungimento del bonus di 30 milioni di euro.
Con il bilancio di previsione 2012 arrivato solo ieri in aula, sapremo fare "intelligente" opposizione a chi impoverisce la città senza alcuna giustificazione e auspichiamo che nella seduta fiume di quest'oggi possa esserci, per il Consiglio, un'occasione per affrontare i temi della città dimenticati dalla giunta, e non un momento di scontro per chiudere la porta in faccia all'unica forza di opposizione reale rimasta.
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio.

martedì 26 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: Lepore "Le parole del vicesindaco Guida sul Dalai Lama? Tutte chiacchiere e distintivo!"

Milano , 26 Giugno 2012

Sono belle parole quelle enunciate ieri dalla Vice Sindaco Maria Grazia Guida sul sito internet del Comune di Milano in merito alla presenza di Sua Santità il XIV Dalai Lama a Milano.
Nulla da eccepire.
Sennonché le stesse non sono poi accompagnate nella realtà da fatti concreti che diano un segnale tangibile di vero rispetto, riconoscenza e considerazione verso un leader spirituale in esilio che promuove la pace, la tolleranza, la comprensione e la pacifica convivenza di tutti i popoli della terra e che obiurga qualsiasi forma di violenza e prevaricazione.
Il mancato conferimento della cittadinanza onoraria rappresenta l’esempio più lampante di una amministrazione che, per motivi di bottega, è prona ai desideri della Cina e predica bene, ma razzola male.
Non a caso nega la cittadinanza al nobel per pace Sua Santità il XIV Dalai Lama e ad un altro nobel, Dario Fo, offre Palazzo Reale e 200 mila euro di soldi pubblici.
Ovviamente non tutti hanno le stesse sensibilità!
Nessuno vuole annunciare con “clamore” la visita del Dalai Lama, ma questa “attesa di silenzio” tanto auspicata dal Vice Sindaco desta non pochi sospetti e rappresenta un maldestro tentativo di celare la codardia di un’amministrazione incapace di conferire al leader spirituale tibetano la cittadinanza onoraria di Milano.
Rammentando una frase recitata dall’attore americano Robert De Niro nel famoso film “Gli intoccabili”, pare proprio che le affermazioni della Vice Sindaco Guida siano soltanto “chiacchiere e distintivo”.
È quanto afferma Luca Lepore, consigliere comunale del Carroccio.

giovedì 21 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: Boni e Orsatti "Milanesi tartassati per acquistare tendone ai musulmani"

Milano, 21 giugno 2012

Sull'annunciato acquisto da parte del Comune di Milano della tenda - struttura, posta di fianco al Palasharp e utilizzata per la preghiera dalla comunità islamica, sono intervenuti i consiglieri regionali della Lega Nord, Davide Boni e Massimiliano Orsatti. 

"La Giunta rossa di Pisapia - affermano Boni e Orsatti - si dice pronta ad acquistare il tendone che ogni venerdì ospita la preghiera rituale dei musulmani.
Paradossalmente l'assessore alla sicurezza Granelli fa intendere che l'acquisto verrebbe effettuato per motivi di convenienza, dato che attualmente il Comune paga un affitto semestrale di 90 mila euro per l'utilizzo della struttura. 
Soldi pubblici, tolti dalle tasche dei pantaloni milanesi per consentire agli immigrati musulmani di svolgere i propri riti religiosi. Nessuno vuole impedire agli islamici di pregare, ma perché devono farlo a spese dei contribuenti? 

"Proprio ieri sera la maggioranza che governa Palazzo Marino ha approvato l'aumento dell'aliquota Irpef.
Ulteriori sacrifici per i cittadini del capoluogo da parte di una Amministrazione che, invece di tagliare, ha pensato bene di aumentare le spese previste. Tasse, tasse, tasse: questo è ciò che attende i milanesi. 
Una stangata che servirà, fra le altre cose, ad acquistare il tendone per gli amici islamici del sindaco Pisapia."

mercoledì 20 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: Bilancio, Lepore "Con Pisapia lo spread a 1000!"


Milano, 20 Giugno 2012

"Dopo un anno di nuovo governo appare chiaro il disegno della città con il primo bilancio arancione e le sue forti criticità - interviene Luca Lepore, Vice-Presidente del Consiglio Comunale di Milano.
L’innesto in squadra dell’on Tabacci non ha tutelato il bilancio che trova nel 2012 un’esponenziale aumento delle imposte e delle tasse locali nonché un aumento della spesa per assecondare la “fauci” degli assessori.

I ripetuti richiami dell’opposizione si sono rivelati “vox clamantis in deserto” di fronte all’indifferenza della giunta, sorda anche al parere dei revisori dei conti.

Come se non bastasse Monti, i milanesi con Pisapia si troveranno ad essere i più tartassati del paese a fronte di una spese squilibrata e insostenibile. 

In attesa del ricambio di questa amministrazione, confidiamo nel senso di responsabilità del Consiglio Comunale affinché rincammini la giunta sui processi di spending review, di razionalizzazione e riduzione strutturale della spesa e di rivisitazione degli assetti organizzativi della macchina comunale. 

La Lega Nord non rimane impassibile alle difficoltà del periodo, ma non accetta che mentre si chiedono sacrifici ai milanesi, nel palazzo di Pisapia si festeggi a suon di aumenti di spesa, come i 10 milioni di euro in più nel campo della Coesione Sociale (da 24 milioni del consuntivo 2011 a 34 milioni del preventivo 2012), e i 35 milioni in più per la Casa nel 2012 a fronte dei medesimi servizi del 2011.

Se con Monti lo spread è a 500, con Pisapia raddoppia e, carte alle mani, da oggi è più che mai lampante la sua incapacità di governare la nostra Milano."

lunedì 18 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: Orsatti, “Tassa di soggiorno per promuovere ilturismo? Assurdo e illogico!”

Milano, 18 Giugno 2012 

In merito all’introduzione della tassa di soggiorno a Milano è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord e già assessore comunale al Turismo, Massimiliano Orsatti.

“L'assessore al turismo di Milano D’Alfonso dichiara che la tassa di soggiorno promuove e incentiva il turismo a Milano.

Da quando una tassa può considerarsi un veicolo di promozione del territorio?

Io da assessore al turismo l'avevo bocciata categoricamente anche se i tagli agli enti locali erano già importanti nel 2009 e 2010.

Ero infatti consapevole, come lo sono ora, che la tassa di soggiorno rappresenti un notevole danno per tutti gli operatori del settore turistico e del commercio.

D'altronde Pisapia e compagni, per incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici, hanno aumentato il biglietto da 1,00 a 1,50 euro.


Forse ci credono davvero!"

LUNEDI' DI VIGNATI: 18 Giugno; ultime notizie dalle Zone 2 e 9


martedì 12 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: Irpef 2012, Lepore "Con gli aumenti addizionali introdurre quoziente familiare"


   Milano, 12 giugno 2012

Considerata la proposta dell’attuale compagine pisapiana di raddoppiare le aliquote Irpef 2012 rispetto a quelle introdotte lo scorso anno (tassa inesistente nella giunta di centrodestra), appare ingiustificato l’aumento delle entrate da 34,6 a 62 milioni di euro senza tener conto minimamente delle difficoltà delle famiglie milanesi.
Pur mantenendo forti critiche rispetto ad una amministrazione sconclusionata su tutto tranne che sulle tasse, nel merito, interviene il consigliere del carroccio Luca Lepore, della proposta riteniamo indispensabile introdurre un “quoziente familiare indiretto” a tutela delle famiglie.
È compito dell’amministrazione promuovere e sostenere la famiglia, nucleo portante della comunità, riconoscendone il ruolo sociale.
A tal fine, la Lega Nord chiede di introdurre un contributo pari a 5 milioni di euro destinato alle famiglie con tre o più figli attraverso lo sconto pari al 40% dell’abbonamento annuale dei mezzi pubblici.
Inoltre, visto il periodo di crisi economica del bel paese chiediamo, già da oggi, di non aumentare anche le aliquote Irpef del 2013, visto che tra Imu e Tarsu le maggiori entrate della nuova giunta, rispetto allo scorso anno, ammontano ad oltre 450 milioni di euro. Conclude il consigliere comunale della Lega Nord Luca Lepore.

COMUNICATO STAMPA: La Stazione Centrale è in mano a delinquenti e drogati.


Milano, 12 Giugno 2012

“La Stazione Centrale, - esordisce Massimiliano Orsatti, Consigliere Regionale della Lega Nord - simbolo architettonico e imponente porta d’ingresso per turisti e lavoratori presso la nostra città, è lasciata allo sbando dalla Giunta Pisapia.”
“Durante la precedente amministrazione era stato adottato un piano volto a sopprimere l’illegalità attraverso l’installazione di telecamere per la video-sorveglianza e pattugliamenti delle forze dell’ordine e della Polizia Locale che stazionavano in piazza IV Novembre, piazza Duca d’Aosta, piazza Luigi di Savoia e sotto la Galleria delle Carrozze. Tale Piano aveva ridotto notevolmente la criminalità e il degrado, trasmettendo un forte senso di sicurezza ai passanti.
Purtroppo l’attuale Sindaco ha accantonato il progetto e l’illegalità è tornata a fare da padrona nei pressi della stazione.”

“La politica buonista della Giunta arancione ha portato nell’ultimo anno all’aggravarsi della situazione – chiosa Luca Lepore, Vice-Presidente del Consiglio Comunale di Milano - sono all’ordine del giorno tentati stupri, scippi, accoltellamenti tra extracomunitari. E’ sufficiente leggere la cronaca cittadina per rendersene conto, ma il Sindaco fa finta di niente. I cittadini non si sentono al sicuro e ci hanno chiesto aiuto in quanto la Giunta non vuole né vedere né sentire la realtà dei fatti.”
“Presenteremo in Comune una mozione volta a chiedere il ripristino della legalità in questa zona ormai senza controllo.
Ci chiediamo se ci debba scappare il morto prima che la Giunta metta in atto azioni concrete per contrastare la criminalità.”

“Più volte abbiamo chiesto il ripristino dei pattugliamenti fissi e dell’esercito, - Conclude Samuele Piscina, Capogruppo del Carroccio in Zona 2 - ma la maggioranza di Zona 2, pur consapevole delle numerose problematiche di sicurezza della Stazione, ha bocciato le nostre proposte dichiarando l’inutilità delle stesse.
Abbiamo reclamato direttamente al comando di Zona 2 della Polizia Locale di poter disporre un pattugliamento fisso, ma la risposta è stata alquanto avvilente:  non è possibile effettuare il pattugliamento in quanto l’assessore ha dato specifiche direttive di non realizzarli. Il risultato è che le forze di Polizia, se arrivano, non intervengono mai con la tempistica adeguata e i passanti e i commercianti sono terrorizzati da cosa potrebbe sopravvenirgli.
Nel frattempo l’illegalità e il degrado dilagano, anche nelle vie limitrofe dove bivaccano clochard, ubriachi e drogati e all’interno dei sottopassi della metropolitana, ove è presente un vero e proprio mercatino abusivo, anche pericoloso in quanto ostruisce le vie di fuga. Da segnalare anche la presenza di Zingari nei pressi delle macchinette per l’erogazione dei biglietti dell’ATM che, incontrastati, rubano il resto ai turisti.”

lunedì 11 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: Lepore "Bilancio 2012, aumentano le entrate per il Comune. Milanesi sempre più poveri!"


Milano, 11 Giugno 2012

Inizia a surriscaldarsi il clima sul Bilancio 2012 e appare evidente che i milanesi saranno i più tartassati del bel paese.
Tolta l’Ici che fruttava 282 milioni, oggi si replica con l’Imu per un’entrata di 635 milioni, mentre rispetto al 2011 la Tarsu ha un aumento di 47,9 milioni e l’Irpef un aumento di 27,4 milioni.
Palesemente fuori luogo risulta il richiamo fatto dalla maggioranza all’opposizione di rispettare la scadenza del 30 giugno per l’approvazione del Bilancio 2012 al fine di garantire un beneficio di 20 milioni di euro a fronte di una maggiore entrata rispetto al 2011, di oltre 430 milioni, spillata dalle tasche dei milanesi.
L’attuale maggioranza di governo si proponeva di cambiare Milano per cambiare il paese; oggi si dimostra, per chi non avesse ancora compreso, maestra nell’aumentare la pressione fiscale e tributaria verso i propri cittadini.
Come opposizione riteniamo che non si debba rimanere impassibili davanti all’attuale crisi economica-finanziaria e che si proceda immediatamente ad invertire la rotta privilegiando le famiglie milanesi e realizzando una seria analisi delle spese.
Mentre i milanesi sono chiamati quotidianamente a fare sacrifici, la giunta arancione aumenta con disinvoltura le proprie spese; la Lega Nord presenterà centinaia di emendamenti al Bilancio 2012 per convincere il Comune a fare sacrifici nella stessa misura in cui li chiede ai propri cittadini.

mercoledì 6 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: Lepore "Ennesimo incendio in campo Rom, in fumo i soldi dei milanesi"


Milano, 6 Giugno 2012

"Dopo l’incendio di Lunedì scorso che ha coinvolto due vetture, ieri sera intorno alle 21.30 l’ennesimo atto scellerato nel campo rom di Via Idro" esordisce Luca Lepore, Vice-Presidente del Consiglio Comunale di Milano.
"Una roulotte è stata data alle fiamme generando un intensa nuvola nera e solamente dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco si è riusciti a domare il fuoco.
Questi fatti di cronaca non fanno altro che rimarcare, qualora ce ne fosse ancora bisogno, l’inadeguatezza delle politiche sociali della giunta Pisapia.
I percorsi di autocostruzione tanto decantati da questa amministrazione sono ormai sotto gli occhi di tutti: decuplicazione dei Rom nel territorio cittadino, riduzione drastica degli sgomberi, tolleranza e buonismo diffusi, nonché investimenti economici attraverso il Bilancio che porteranno ulteriori risorse a favore di impuniti che, usando un eufemismo, conoscono solamente le regole del far-west.
In fase di discussione del Bilancio 2012, la Lega Nord vigilerà e interverrà affinché, dalle fauci di questa famelica amministrazione comunale, vengano recuperate le risorse da destinare a chi veramente necessita e ai cittadini milanesi meno abbienti.
La giunta arancione prenda atto della propria sconfitta rinunciando definitivamente ai suoi propositi di autocostruzione ed eviti di convocare consulte di personaggi che ignorano le più basilari norme di civiltà e di pacifica convivenza."

COMUNICATO STAMPA: A Milano i Rom vengono prima dei cittadini


Milano, 6 Giugno 2012

“Nel 2009 il piano Maroni aveva stanziato al Comune di Milano 13 Milioni di € per l’eliminazione dei campi Rom presenti nel territorio comunale” interviene Massimiliano Orsatti, Consigliere Regionale lombardo del Carroccio.
“Tale piano aveva riscontrato dei successi eclatanti in materia di sicurezza, permettendo  di ridurre i Rom da 8000 all’interno del Comune di Milano a 1500 in tutta la Provincia e di effettuare più di 500 sgomberi.
Purtroppo l’attuale Governo ha preferito accantonarlo e la Giunta arancione ha adottato una politica buonista con il piano “accoglienza a braccia aperte”, permettendo così che si ritornasse al triste dato precedente agli sgomberi, con conseguente aumento di furti e rapine nei pressi dei campi nomadi.
La Lega Nord, in contrasto con quanto sta dimostrando la giunta Pisapia, continua a sostenere che i bisogni dei cittadini debbano venire prima di tutte le altre realtà presenti nel territorio cittadino.
Il diritto alla sicurezza dei milanesi non può essere garantito dalla sola coesione sociale.”

 “In conformità con il totale disinteressamento per i cittadini che sta dimostrando la maggioranza di Zona 2, - esordisce Samuele Piscina, Capogruppo della Lega nella Zona 2 di Milano - ieri sera (5 Giugno) è stata approvata una delibera volta a fornire beni e servizi ai Rom di Via Idro.
Una delibera che presenta richieste dispendiose che saranno pagate con i soldi dei cittadini.
La maggioranza del parlamentino chiede che il Comune fornisca servizi riservati ai soli Rom del campo e ai quali i cittadini Milanesi non possono neanche aspirare: Servizio di supporto educativo e sanitario; servizio di pulmino scuola-bus; accompagnamento nell’inserimento lavorativo; Ripristino dell’impianto di distribuzione dell’energia elettrica, in passato rimosso in quanto gli occupanti del campo rubavano al gestore; Ristrutturazione dei servizi igienici, danneggiati dagli stessi occupanti.
Eppure i Rom di Via Idro nel corso degli anni sono stati protagonisti di episodi d’illegalità e hanno provocato un senso di insicurezza tra i cittadini del quartiere: Naviglio Martesana adibito a discarica per l’abbandono dei rifiuti del campo;  Furti e rapine nei pressi di via Idro; Situazioni di degrado.
Possiamo ricordare la sparatoria avvenuta in Maggiolina il 14 Dicembre scorso, verificatasi per una regolazione di conti tra bande di nomadi, una della quali proprio di via Idro.
La maggioranza in questa zona, - conclude Piscina -  invece di contrastare i Rom sostenendo i cittadini che sono ogni giorno molestati da tali individui, investe un bel gruzzoletto per aiutare i propri amici.
Con la precedente amministrazione i milanesi sarebbero rimasti in primo piano.”

COMUNICATO STAMPA: Lepore "Bilancio 2012, Giunta in confusione su tutto tranne che sulle tasse"



Milano, 6 Giugno 2012

Da lunedì prossimo il Consiglio Comunale inizierà a discutere del Bilancio di Previsione 2012.
Al documento sono collegati la nuova imposta di soggiorno, gli aumenti della Tarsu, gli aumenti dell’Irpef e gli aumenti dell’Imu che, sommati a quelli già introdotti da questa amministrazione, giungono a fare numeri da “brividi”.
La spesa per i cittadini aumenta perché (ci dicono) gli assessori devono fare investimenti.
Questa giunta “brancaleone” vende, privatizza e tarTassa come neppure il centrodestra più riformista avrebbe il coraggio di fare, salvo litigare poi sulle “briciole” quando cerca di attuare momenti d’aiuto per le famiglie milanesi.
Milano e i milanesi si aspettavano un rinnovamento che non c’è stato e nel naufragio della babelica politica arancione appare quanto mai inaccettabile constatare che tutto questo vada a ricadere nelle tasche dei cittadini meneghini. 

venerdì 1 giugno 2012

COMUNICATO STAMPA: LA SINISTRA A MILANO E’ A FAVORE DELLE TASSE


Milano, 1 Giugno 2012

Dopo mesi di permanenza all’ordine del giorno, causata dalla specifica volontà da parte della maggioranza di centro-sinistra di non discutere il documento , ieri sera (31 Maggio 2012) in Consiglio di Zona 2 di Milano è andata finalmente a votazione la mozione che condanna l’IMU del Governo Monti e che chiede al Sindaco di Milano Pisapia di ridefinire le aliquote aggiuntive, al fine di da ridurre al minimo la tassazione sui cittadini.

“L’esito delle votazioni  appare alquanto bizzarro e incoerente, - esordisce Samuele Piscina, capogruppo del Carroccio in Zona 2 - almeno per quanto riguarda il voto di SEL, del Movimento 5 Stelle e dell’ IDV che, nonostante le molte parole buttate al vento contro il Governo, hanno deciso comunque di votare contro la mozione della Lega Nord.
Che il PD dovesse in qualche modo difendere l’operato del Governo Monti era prevedibile, ma è stata particolarmente esilarante la posizione della capogruppo di SEL che ha dichiarato di essere contraria alla mozione perché avrebbe dovuto essere emendata.
Possiamo solo dedurre che la capogruppo, ad un anno dal suo insediamento in Consiglio di Zona, non abbia ancora imparato ad emendare una mozione o non avesse voglia di compiere il proprio dovere di consigliere o volesse trovare una scusa per bocciare  il documento, tra l’altro presentato e consegnato il 6 marzo scorso.
Nel primo caso, - conclude Piscina - mi propongo in prima persona per impartire un corso accelerato di stesura degli emendamenti. Ma se la circostanza fosse una delle successive, i milanesi possono comprendere quale sia la modalità di difesa dei loro interessi che la Sinistra sta adottando a Milano e in Zona, permettendo che i cittadini vengano sommersi dalle tasse invece di difenderli in questo momento di crisi.”

“Come in Consiglio Comunale – interviene Luca Lepore, Vice-presidente del Consiglio Comunale di Milano – anche nelle circoscrizioni cittadine la Sinistra sta dimostrando di essere tutt’altro che dalla parte dei cittadini. L’introduzione dell’ulteriore pressione fiscale è finalizzata all’aumento dei budget degli assessorati di ben 215 milioni di euro che lasciano ai soli cittadini l’onere dei sacrifici.
Cittadini che troveranno un bel regalo impacchettato con la carta arancione prima delle vacanze estive: adeguamenti alla TARSU (2,75 euro al metro quadro), tassa di soggiorno per i turisti, aumento dell’Irpef, Imu allo 0.4% sulla prima casa e all’1.06% sulla seconda  e sui negozi.
Tutto ciò in un’ottica di svendita delle compartecipate comunali e di aumento della spesa delle Istituzioni.
In un momento di crisi come questo, le forze di Sinistra che continuano a dichiarare di essere più vicine delle altre al ceto medio-basso dovrebbero adottare dei provvedimenti volti a salvaguardare gli interessi dei  milanesi che, ad oggi, non riescono nemmeno ad arrivare a fine mese.”

“IDV, SEL e Movimento 5 Stelle ancora una volta parlano bene ma razzolano male”  continua Massimiliano Orsatti, Consigliere di Regione Lombardia per la Lega. “Questa è l’ennesima ed evidente  dimostrazione di come la Lega Nord sia l’unica forza politica d’opposizione al Governo Monti. Gli altri partiti non fanno altro che dichiarare l’opposto di ciò che votano, nella speranza di mantenere il consenso elettorale, ma confezionando pura ipocrisia.”

“Per l’IDV è parso addirittura ILLEGALE chiedere al Sindaco di ridurre al minimo l’aliquota comunale dell’ IMU - conclude la Consigliera di Zona 2 Serena Nobile -  affinché la tassa non risultasse più gravosa di quanto già non sia.
Piuttosto che consultare il codice civile, forse avrebbero fatto una figura migliore informandosi sul significato della parola illegale. Mi chiedo quanto importi a questa maggioranza dei 364 suicidi causati dalla politica del Governo Monti.”