sabato 23 luglio 2011

ALLA QUARTA SEDUTA SIAMO GIA' A PARLARE DI SPRECHI DEL CDZ9 - MILANO

INTERVENTO DEL CAPOGRUPPO LEGA NORD - Gabriele Abbiati - IL 21.07 SUL MODUS OPERANDI DEL CDZ9 - MILANO

Grazie Presidente.

Mi premeva intervenire in merito alla situazione drammatica, a mio parere, riguardo il modus operandi di questo Consiglio di Zona.

Sono un neo consigliere, sono giovane e appassionato. Parlo personalmente ma credo di potermi esprimere a nome di altri consiglieri in questa aula.

Durante le ultime tre sedute di consiglio, tre su quattro totali, mi sono ritrovato in situazioni paradossali che ora vado ad elencare:

1. Durante il secondo consiglio, peraltro alla presenza di numerosi cittadini, siamo stati invitati a votare due delibere sbagliate e contrarie al regolamento. Invitati a farlo anche da chi guadagna circa cento cinque mila €uro l’anno e dovrebbe conoscere alla perfezione il Regolamento. Invitati a farlo anche se molti di noi facevano notare che non era il corretto procedimento. E nel mentre ci venivano rivolti questi inviti, vi erano lunghe pause. Lunghe ed irregolari pause.

2. Lei presidente si è accorta di questo. Quella delibera non andava, era sbagliata. Ha quindi posto all’ordine del giorno del terzo consiglio la rettifica della stessa. “Rettifica della delibera N.76” leggo. Ma anche qui ci risiamo, poiché questa delibera è viziata da un errore macroscopico. Però di questo in particolare ne discuteremo al punto di trattazione visto che la scorsa volta siamo andati a casa sui verbali.

3. Veniamo ad oggi. Il Consiglio convocato in data odierna fa tornare alla mente i cinque anni appena trascorsi. Consiglio convocato modificando orario e ordine del giorno senza concertarlo con i capi gruppo, addirittura senza nemmeno comunicarlo elettronicamente. Ma la cosa peggiore è la doppia convocazione. Doppia convocazione che causa doppie spese e notevole perdita di tempo agli uffici, con conseguente dilatazione dei tempi, leggasi approvazione dei verbali molto datati. Sono per questo allibito che una maggioranza che si dichiara coesa ed ha una percentuale bulgara di consiglieri, debba ricorrere a questo stratagemma per poter portare avanti le delibere. Ma forse del problema dei costi che tanto avete esaltato in campagna elettorale contro di noi, non è più al vostro ordine del giorno, viste anche le assunzioni di collaboratori esterni negli assessorati e nella segreteria del Signor Sindaco.

Per concludere Presidente non mi piace questo modo di operare, come già detto non più tardi di due settimane fa, siamo disposti a fare un’opposizione costruttiva, ma non ad essere presi in giro, prendere in giro i dipendenti del Consiglio, i Cittadini tutti e sperperare denaro.
Se questo è il nuovo corso, se questo è il modo di lavorare della nuova maggioranza sono piuttosto spaesato. Mi permetta quindi una battuta, ieri il Sindaco ha dichiarato di non avere la bacchetta magica, ma non vi preoccupate, che non eravate dei provetti Harry Potter, ce ne eravamo già accorti.