giovedì 31 marzo 2011

Presentazione del libro Gli angeli di Lucifero di Fabrizio Carcano

Siete invitati martedì 5 aprile alle ore 21,00 in via Vignati 18, alla presentazione del libro "Gli angeli di Lucifero" di Fabrizio Carcano, pubblicato dalla prestigiosa casa editrice Mursia.

Il romanzo è un avvincente noir ambientato a Milano fra strani omicidi e sette esoteriche. Nel corso della serata sarà possibile acquistare il volume con tanto di dedica da parte dell'autore.

Questo un "assaggio" della trama.
Giugno 2009. Una cappa d'afa soffoca Milano. Nel periferico cimitero di Chiaravalle mani ignote
profanano una tomba seicentesca e trafugano le spoglie del marchese Ludovico Acerbi, passato
alla storia come il "Diavolo di Porta Romana". Sembra un banale episodio di teppismo ma nei
giorni successivi, sotto la Madonnina, si verificano in rapida successione tre misteriosi omicidi,
compiuti e rivendicati dalla stessa mano. Le vittime portano tutte cognomi di casate che, nella
Milano del Seicento, ebbero rivalità con quella del marchese Acerbi. A far luce su questa
misteriosa vicenda sono impegnati il commissario Bruno Ardigò, freddo e taciturno, e l'amico
giornalista Federico Malerba, solare ed espansivo. Diversi come il giorno e la notte, ma uniti dalla
stessa voglia di arrivare alla verità, si addentrano nei meandri oscuri e inquietanti della Milano
esoterica, dove nulla è come sembra.

lunedì 28 marzo 2011

ORSATTI: ALLE REGIONI LA FACOLTA' DI INSERIRE UN TEMA NELLA PROVA DI MATURITA'

“Inserire nella prima prova di maturità un tema di interesse regionale”. E’ una delle proposte che Massimiliano Orsatti, consigliere regionale della Lega Nord, ha fatto oggi nel corso di un seminario sulla scuola che si sta svolgendo al Pirellone.

“Sono convinto – ha spiegato Orsatti – che occorra garantire ad ogni Regione la possibilità di incidere maggiormente sui programmi scolastici, ad esempio si potrebbe dare la facoltà alle Regioni di inserire un tema, aggiuntivo a quelli ministeriali, nella prima prova dell’esame di maturità.”
“Esiste già una normativa – ha continuato Orsatti – dove gli istituti scolastici dispongono di un’autonomia nei programmi individuato nel 20%, a fronte di un 80% stabilito in modo uniforme a livello nazionale dal ministero. “Regione Lombardia ha recepito la legge nazionale e ha approvato gli indirizzi ma l’effettiva applicazione dipende unicamente dagli istituti scolastici, che su questo terreno si sono dimostrati finora poco sensibili. Dobbiamo quindi ripensare la realizzazione di questa opportunità, introducendo una maggiore concertazione con il ministero e con gli istituti scolastici al fine di definire una precisa quota di competenza strettamente regionale Una quota dei programmi legata alle tematiche locali o regionali permette di aumentare il senso di appartenenza dei cittadini, partendo dai più giovani, e può diventare un importante strumento di integrazione per chi arriva da altri territori.”

“Da Assessore milanese alle Identità – ha poi ricordato Orsatti – avevo proposto un progetto didattico basato sulla riedizione di una pubblicazione del 1978 “La Storia di Milano illustrata e raccontata.” Un testo che il Comune di Milano ha donato a tutti gli studenti delle scuole primarie e che ha contribuito, senza nulla imporre alle scuole stesse, a far nascere un circuito virtuoso, fatto di visite sul territorio e di tante iniziative per conoscere meglio la storia del capoluogo lombardo.”

sabato 26 marzo 2011

ORSATTI: CENTRI SOCIALI, SE E' QUESTA L'ALTERNATIVA ALLA MORATTI

Orsatti: “E’ questa l’alternativa alla Moratti ?”

Sulla manifestazione dei centri sociali in corso questa mattina a Milano, è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Orsatti.
“Collettivi e centri sociali in assetto da guerriglia – afferma Orsatti – stanno paralizzando l’intero centro di Milano, offrendo il loro solito e pericoloso spettacolo fatto di intolleranza, disprezzo della legalità e atti di vandalismo.”

"Mi chiedo come facciano a coesistere a sinistra, e questo dovrebbe spiegarcelo il candidato sindaco e rifondaiolo Pisapia, l’anima cattolica e liberale del PD con questi nostalgici del ’68 provvisti di bastoni, spranghe, fumogeni e con i volti coperti dai passamontagna. Se l’alternativa alla Lega e al Sindaco Moratti è quella che ho potuto vedere stamattina, credo che si possa stare tranquilli.”

venerdì 25 marzo 2011

Appuntamento con Massimiliano Orsatti

Vi segnaliamo il consueto appuntamento con Massimiliano Orsatti martedì 29 aprile ore 21,00 nella sede della Circoscrizione "Giorgio Orsatti" Milano Nord - Vignati della Lega Nord per la Zona 9 e Zona 2 di Milano in via Vignati 18.



LEPORE, PRESIDENTE ZONA 2: Inaugurazione Casa di Riposo via Pindaro

“Dopo numerosi anni di ristrutturazione siamo riusciti a restituire al quartiere un struttura fondamentale per il miglioramento della qualità della vita dei tanti anziani della zona che qui potranno trovare  un prezioso punto di riferimento” così interviene Luca Lepore presidente di Zona 2 a margine dell’inaugurazione della la nuova Residenza Sanitaria Assistenziale per anziani e Centro Diurno Integrato di Via Pindaro, avvenuta questa mattina  da parte del Sindaco Moratti. “Il Consiglio di Zona 2  ha sempre sollecitato il completamento della struttura e da qui nasce la nostra viva soddisfazione per quanto si inaugura oggi - prosegue Luca Lepore -   rimangono  tuttavia le due richieste da evadere da parte dell’Amministrazione Comunale: la prima è una migliore definizione dei parcheggi utilizzati sia dai residenti che dagli utenti della RSA;  la seconda, più rilevante e condivisa all'unanimità del parlamentino e dal locale Centro Anziani Comunale di Sant'Uguzzone, è che l'assegnazione dei posti disponibili nella rinnovata struttura sia garantita in via prioritaria agli anziani della Zona 2 in modo da favorire in questo modo la permanenza di tali soggetti  nel quartiere, vera memoria storica del nostro quartiere.”

Approvato Federalismo regionale

Federalismo regionale, Presidente Cecchetti:
“Riforma epocale, per la Lombardia maggiore risorse senza aumenti delle tasse”

MILANO – 25 marzo 2011 -  “Si apre una nuova pagina, siamo veramente alla svolta. La Lombardia ora potrà contare su risorse aggiuntive grazie le quali ridare slancio e vigore a tutta l’azione politica-amministrativa della nostra Regione a sostegno dei nostri cittadini e delle nostre imprese, senza nuove tasse. “ Così Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) Presidente della Commissione Bilancio di Regione Lombardia, commenta il  via libera al quinto decreto attuativo sul federalismo fiscale, riguardante il fisco regionale, deliberato ieri sera in Commissione bicamerale.

“La riforma – aggiunge Cecchetti – ormai si sta delineando chiaramente e avvicina il nostro Paese ai più importanti e moderni sistemi federali europei. Il fisco regionale si aggiunge al varo del fisco municipale: in entrambi i casi parte dell’Iva e dell’Irpef rimarranno sul territorio e non saranno più trasferiti a Roma. Dalle prime proiezioni, in Lombardia rimarranno circa 98 euro pro capite in più. Un risultato che premia l’efficienza e  il rigore nella spesa che ha sempre fatto della nostra Regione un modello”.

Milano, 25 marzo  2011

NOMADI: NIGUARDA ED AFFORI SOTTO ATTACCO

Orsatti: “Sgomberare al più presto i due nuovi campi nomadi in zona Niguarda”

In merito alla presenza di campi nomadi a Milano, è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Orsatti.

“Ci sono 2 nuovi campi nomadi a Milano” afferma Orsatti, che aggiunge “Entrambi si trovano nella zona di Niguarda, quello più grande è situato nell’area verde compresa tra via Fermi e via Zubiani e quello minore si trova in via Esperia.” “Questi due nuovi accampamenti stanno creando problemi per la sicurezza non solo nella zona di insediamento ma anche ad Affori e Dergano. Sono già stati segnalati dai cittadini svariati episodi di furti in appartamento, come in via Pellegrino Rossi, via Semplicità, via Trevi e via Rodi. Inoltre si sono moltiplicate nei quartieri presenze fisse di accattonaggio molesto, soprattutto in prossimità dei supermercati e degli incroci semaforici.”

“Ho avuto modo di colloquiare con molti cittadini delle zone colpite, che mi hanno riferito tutta la loro paura e preoccupazione per l’escalation di furti e che si attendono una rapida risoluzione del problema che possa riportare il quartiere alla precedente tranquillità. Per questi motivi – continua Orsatti – chiediamo un intervento tempestivo di sgombero, come già realizzato in altre simili circostanze, e inoltre un maggior controllo da parte delle forze dell’ordine.”


Milano 24 marzo 2011

giovedì 10 marzo 2011

Mafia al Nord, Cecchetti: Ferrero si vergogni

Mafia al Nord, Cecchetti: Ferrero si vergogni. Dichiarazioni deliranti e offensive verso chi combatte le mafie
In merito alle dichiarazioni di Paolo Ferrero sulla diffusione dell’Ndrangheta al Nord, è intervenuto il Presidente della Commissione Programmazione e Bilancio, Fabrizio Cecchetti.

“Secondo Paolo Ferrero – spiega Cecchetti – sarebbe colpa della Lega se la mafia è radicata al nord. Non dovrebbe essercene bisogno ma considerata la mancanza di pudore di simili dichiarazioni, forse vale la pena di ricordare all’esponente comunista qualche numero sulla lotta alla criminalità organizzata portata avanti dal Ministro Maroni e dalla Lega.
Per quanto riguarda la Lombardia basta citare la maxi operazione contro l’Ndrangheta, la più grande mai realizzata nella nostra Regione, che ha portato, nel luglio scorso, ad oltre 300 arresti, fra i quali esponenti di spicco delle cosche calabresi che agivano sul territorio lombardo.
Più in generale i risultati di questo Governo nel contrasto alle mafie sono eloquenti: dall’inizio della Legislatura ad oggi sono stati sbattuti in carcere 7683 mafiosi, per una media di circa 8 latitanti al giorno assicurati alla giustizia. Ma non ci si è limitati soltanto all’arresto dei mafiosi, si è colpito le cosche nella cosa a cui tengono di più: il portafogli. Il valore totale dei beni sequestrati fino ad oggi infatti supera i 15 miliardi di euro, un’enormità.
Ferrero, a questo punto, dovrebbe ricordarsi di essere stato parte di un Governo che, con gli stessi mezzi di quello attuale, non ha fatto un solo passo avanti nella lotta alla criminalità organizzata. Si vergogni pertanto delle sue deliranti dichiarazioni, che risultano mortificati e offensive non soltanto verso gli indiscutibili risultati ottenuti dal ministro Maroni e dalla Lega, ma anche nei riguardi di tutti quegli agenti di polizia che ogni giorno rischiano la vita nella lotta contro le mafie.
Siamo coscienti – conclude Cecchetti – del radicamento delle mafie al Nord, ma siamo anche stati i primi, già negli anni ’80,  a protestare contro gli effetti perversi del soggiorno obbligato, che ci ha regalato la situazione attuale. Le cosche si combattono con i fatti e non con le chiacchiere, pertanto non accettiamo quindi nessun tipo di paternale da personaggi come Ferrero che nella loro vita politica non hanno alzato un dito per combattere le organizzazioni criminali.”


Ufficio Stampa
Milano, 10 marzo  2011

SPORTELLO DEL CITTADINO
Aperto dal lunedì al giovedì dalle ore 10 alle ore 17 (escluso dalle 12 alle 14).
02 67482681
02 67482357

sito: http://www.fabriziocecchetti.com
e-mail: info@fabriziocecchetti.com

mercoledì 9 marzo 2011

Orsatti: L’Europa sostenga la PMI, meno vincoli interni

Orsatti: “L’Europa sostenga la PMI: meno vincoli interni e più controlli sui paesi extraeuropei.”

In merito alle proposte avanzate dalla Lega Nord nei riguardi dell’Unione Europea sulle politiche inerenti le attività produttive, è intervenuto il Consigliere regionale del Carroccio e vice-Presidente della Commissione attività produttive in Regione Lombardia, Massimiliano Orsatti.

“Le proposte avanzate dalla Lega all’attenzione della Commissione europea nell’ambito delle politiche sulle attività produttive dei prossimi anni – spiega Orsatti – vanno nella direzione di una maggiore tutela delle nostre piccole e medie imprese, verso cui l’Europa è apparsa fino ad oggi poco interessata. Anzitutto abbiamo posto l’attenzione alla situazione bancaria: i criteri sanciti da Basilea 3 relativi alla concessione del credito alle aziende saranno più stringenti, rischiando di mettere in posizione di svantaggio l’imprenditoria lombarda che, come è noto, è sottocapitalizzata. Chiediamo quindi di rivedere questi criteri per venire incontro alle esigenze delle nostre imprese, con parametri che tengano in considerazione anche le piccole e medie aziende e non solamente il grande capitale. Sempre in merito alle banche riteniamo sia indispensabile una normativa più severa di contrasto all’immissione di fondi sovrani extraeuropei, proprio per evitare che si riverifichino situazioni simili alla scalata libica di Unicredit, con potenziali gravi conseguenze su tutto il mercato comune. In ultimo, in ambito creditizio, chiediamo che vengano riesaminate le restrizioni agli aiuti di Stato alle imprese; siamo perfettamente consapevoli che l’intervento statale non rappresenta una soluzione lungimirante ai problemi dell’economia, dall’altra parte tuttavia, gli aiuti “in conto capitale” a differenza di quelli “in spesa corrente” sono da considerarsi strumenti idonei ad un rilancio aziendale e occupazionale. Tutto ciò va considerato specialmente nell’ottica di Paesi con differenti livelli di tassazione, dove le condizioni di concorrenza sono oggettivamente impari.

Continua a leggere

giovedì 3 marzo 2011

LEPORE, PRESIDENTE ZONA 2: PRIMA DELLE PISTE CICLO PEDONALI VIALE MONZA HA BISOGNO DI INFRASTRUTTURE

LEPORE, PRESIDENTE ZONA 2: PRIMA DELLE PISTE CICLO PEDONALI VIALE MONZA HA BISOGNO DI INFRASTRUTTURE.

Milano 3 marzo 2011 - “Sicuramente questo intervento è necessario a sviluppare la mobilità ciclo-pedonale delle zona ma la prioritaria è la creazione delle infrastrutture affinché, queste nuove piste siano efficienti e sicure, ad esempio mancano gli stalli da anni richiesti in corrispondenza della uscite MM1 in viale Monza” così commenta Luca Lepore, Presidente del Consiglio di Zona 2,  l’itinerario ciclo-pedonale presentato oggiAggiungi un appuntamento per oggi dal Sindaco  Moratti e dall’Assessore Masseroli.  “Come se non bastasse – prosegue Lepore - sono da affrontare le criticità in corrispondenza dei diversi incroci stradali coinvolti che richiedono un maggior controllo e una messa in sicurezza per fucilarne l’uso da parte di giovani ed anziani.” Altro esempio – continua Lepore -  il "progetto raggio verde - lotto 1” in corso di realizzazione tra P.za Carbonari e via Stresa comporta non poche problematiche ai residenti poiché attraversa un mercato settimanale scoperto.  Detto questo - conclude Lepore - siamo solo  all'inizio di un percorso che necessità una miglior programmazione e  una concertazione con gli organi di governo della zona per mettere in rete l'intera mobilità pubblica senza limitarsi a semplici isole a macchie di leopardo, tali interventi avrebbero di sicuro un miglior risultato se fossero  ascoltate le voci e le richieste di chi nel quartiere vive e lavora”

Luca Lepore Presidente del Consiglio di Zona 2 del Comune di Milano
per il Gruppo Politico Lega Nord.

http://www.lucalepore.eu/

info@lucalepore.eu

Inaugurazione Nuova Sede Lega Nord

SABATO 5 MARZO ORE 18,00 INAUGURAZIONE NUOVA SEDE LEGA NORD IN VIA COSTANTINO BARONI 192 (zona Gratosoglio).


Saranno presenti tutti gli esponenti politici di Milano. Siamo tutti invitati, ci vediamo là.

Martedì 15 marzo alle ore 21,00 nella sede di via Vignati sarà presente l'assessore alla sicurezza e al turismo della Provincia di Milano STEFANO BOLOGNINI.